Bologna, 30 aprile 2018 - La Demm passa ai tedeschi: la storica azienda di Porretta, in amministrazione straordinaria da tre anni, verrà infatti ceduta a Certina, azienda controllata dal gruppo Scv. Ad annunciarlo sono i sindacati metalmeccanici Fim-Cisl e Fiom-Cgil insieme con le Rsu aziendali, che sono stati avvisati venerdì, come previsto dalla legge, della svolta attesa da tempo in Appennino.

Non tutti i lavoratori, però, potrebbero passare sotto la nuova proprietà tedesca. L’offerta d’acquisto di Certina, infatti, prevede, informano i sindacati, «il passaggio attraverso una Newco con il trasferimento di 125 dipendenti sui 191 attuali, nonché l’azzeramento della contrattazione aziendale» e la conseguente applicazione, ai lavoratori che rimarranno, del «contratto nazionale Federmeccanica». I sindacati hanno illustrato la situazione oggi ai lavoratori in assemblea, annunciando anche per il prossimo 4 maggio un incontro con Certina.

In quella sede, spiegano Fiom e Fim, verrà ribadita anche al gruppo tedesco la «salvaguardia del più alto numero occupazionale e il mantenimento dei diritti oggi presenti in Demm. Chiediamo inoltre alle istituzioni tutte, a partire dal ministero dello Sviluppo Economico, dove si svolgerà questo difficile negoziato già nei prossimi giorni, per la riuscita della salvaguardia occupazionale, l’utilizzo di tutti gli ammortizzatori sociali disponibili, al fine di non impoverire ulteriormente un territorio già colpito duramente».