Inter - Bologna
Inter - Bologna

Bologna, 17 settembre 2021 –  Notte fonda a San Siro per il Bologna di Sinisa Mihajlovic che esce dalla trasferta in terra nerazzurra con un passivo sonoro e preoccupante: a Milano si impone l’Inter di Simone Inzaghi per 6 a 1, con Barella e compagni che liquidano la pratica Bologna già nel primo tempo, segnando 3 reti in 45 minuti. Di Martinez, Skriniar, Barella, Vecino e Dzeko (doppietta) i gol che hanno deciso la gara, con l’Inter che si riscatta dopo la delusione in Champions League e manda un segnale forte per il campionato. Il Bologna, d’altro canto, dopo un buon avvio si ferma bruscamente: Mihajlovic e i suoi giocatori avranno tanto su cui riflettere in vista della gara di martedì contro il Genoa, primo turno infrasettimanale della stagione. Unica nota ‘positiva’ di serata l’esordio con gol per Theate, che sigla la rete della bandiera.

Serie A, le partite della quarta giornata 

La partita

Mihajlovic cambia i due esterni d’attacco, lasciando in panchina Barrow e Orsolini e dando fiducia a Sansone e Skov Olsen, a supporto di Arnautovic. In mezzo al campo scelte obbligate, confermati Hickey e De Silvestri come terzini. Simone Inzaghi è costretto a rinunciare a Vidal, fermato da un problema muscolare alla coscia, e schiera Lautaro con Correa in avanti. Dimarco viene preferito a Perisic sulla sinistra, dall’altra parte Dumfries.
Sei minuti e l’Inter trova il vantaggio alla prima occasione: ripartenza nerazzurra, Dumfries punta Hickey e serve un pallone teso a Martinez a centroarea, con l’argentino che anticipa Medel e sigla l’1 a 0.

Al 18’ è invece la ripartenza rossoblù che mette paura ad Handanovic: il portiere sloveno si oppone splendidamente alla conclusione di mancino di Soriano, ben imbeccato da Sansone, mentre è lo stesso esterno offensivo che, sul continuo dell’azione, non riesce a segnare in girata, al volo, calciando a lato. Alla mezzora Correa alza bandiera bianca – fatale un contrasto con De Silvestri, che ha portato all’ammonizione del terzino – e lascia il posto a Dzeko e, un minuto dopo, l’Inter trova il raddoppio da calcio d’angolo, con la pennellata di Dimarco che trova la zuccata di Skriniar, che segna e punisce una difesa disattenta. Il Bologna si scioglie al 35’: altra ripartenza di Dumfries, pallone in mezzo e tocco risolutivo, e fortunato, di Barella, che porta i suoi sul 3 a 0, con i rossoblù spazzati via in meno di 45’ di gioco.

Nel finale ci prova anche Dimarco: para Skorupski, Ayroldi fischia due volte e tutti negli spogliatoi.
Ripresa al via senza cambi in casa Bologna: dopo cinque minuti Lautaro fa tremare la traversa dopo l’ennesima azione travolgente di Dumfries, prima del colpo di testa di Svanberg che si spegne sul fondo sul traversone di De Silvestri ma soprattutto prima del 4 a 0 Inter, firmato da Vecino sul passaggio di Dimarco. C’è tempo, e spazio, anche per la doppietta personale di Dzeko, che porta a 6 le marcature dell’Inter, oltre che per l’esordio in Serie A per Arthur Theate, che alla sua prima apparizione segna anche il suo primo gol con la maglia del Bologna, regalandosi una piccola gioia in una serata complicatissima per il Bologna.

Il tabellino

Inter – Bologna 6-1
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij (22’ st Ranocchia), Bastoni (29’ st Kolarov); Dumfries, Vecino, Brozovic (29’ st Gagliardini), Barella, Dimarco; Correa (29’ pt Dzeko), Lautaro Martinez (22’ st Sanchez). Allenatore: Inzaghi. A disposizione: Cordaz, Radu, Gagliardini, Perisic, Calhanoglu, D’Ambrosio, Darmian, Satriano.
BOLOGNA (4-1-4-1): Skorupski; De Silvestri (29’ st Theate), Bonifazi, Medel, Hickey (10’ st Dijks); Dominguez (24’ st van Hooijdonk); Skov Olsen, Soriano, Svanberg (10’ st Vignato), Sansone (10’ st Barrow), Arnautovic. Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Bardi, Binks, Soumaoro, Orsolini, Mbaye, Santander, Amey.
MARCATORI: 6’ pt Martinez (I), 30’ pt Skriniar (I), 34’ pt Barella (I), 9’ st Vecino (I), 18’ st Dzeko (I), 23’ st Dzeko (I), 41’ st RTheate (B)
AMMONITI: De Silvestri, Hickey, Dijks (B).
NOTE: recupero 1’ pt e 1’ st.
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.





Il play by play di Inter-Bologna