Mihajlovic al suo ingresso al Bentegodi (foto Schicchi)
Mihajlovic al suo ingresso al Bentegodi (foto Schicchi)

Bologna, 25 agosto 2019 - "Sinisa c'è", hanno sempre detto i tifosi in questa difficile estate rossoblù. E lui, stasera a Verona, c'è davvero (foto)tuta del Bologna, cappellino in testa e volto dimagrito ma fermo. La forza e la grinta del tecnico lo hanno portato al Bentegodi per l'esordio in campionato dei suoi ragazzi: all'ingresso ha fatto un cenno di saluto e di ringraziamento per l'applauso, ma lo spazio per i sentimenti è finito lì. Il mister è uscito questa mattina dall'ospedale Sant'Orsola - pare forzando un po' la mano dei medici che non erano proprio d'accordo con questa decisione - e nel tardo pomeriggio ha raggiunto (video) il suo Bologna nell'hotel che ospita il ritiro dei rossoblù..

LEGGI ANCHE: Verona Bologna, segui la diretta

Qui, tra i giocatori sorpresi per la presenza inattesa, Mihajlovic ha tenuto la consueta riunione tecnica che si tiene in albergo prima di partire per lo stadio. Sulla panchina del 'Bentegodì, Sinisa - che nei giorni scorsi era stato inserito nella distinta - potrebbe sedere con una mascherina.  "Siamo rimasti scioccati, non ce lo aspettavamo, anche se ce l'aveva promesso. Siamo rimasti colpiti, ma siamo contenti che sia qui con noi, dimostra di avere un coraggio eccezionale. Ci siamo emozionati al suo arrivo in albergo", ammette Andrea Poli.

"I guerrieri si riconoscono da lontano, my love", è l'incoraggiamento della moglie Arianna su Instagram per il marito. Un post, con una foto della coppia sorridente, che riceve in poco tempo moltissimi commenti e plausi.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

❤️ I guerrieri si riconoscono da lontano ❤️ My Love ❤️

Un post condiviso da Arianna Rapaccioni Mihajlovic (@ariannamihajlovic) in data:

 "E' più combattivo che mai", aveva spiegato nelle ultime ore il suo collaboratore Emilio De Leo: ma nemmeno il più inguaribile degli ottimisti, pur conoscendo la tempra del leone del tecnico, avrebbe immaginato di rivederlo già all'esordio in  campionato. Premonitore, forse perché già sapeva tutto, gli auguri social di Salvini, che dal profilo twitter nel primo pomeriggio ha scritto: "Ricomincia il campionato, ma il popolo del calcio aspetta solo te: Forza Sinisa, forza guerriero!".

image

E del resto, a uno come Mihajlovic non basta il collegamento telefonico costante, come è successo durante le amichevoli pre-camipnato, e nemmeno video, come è avvenuto per la partita di Coppa Italia con il Pisa. Lo aveva promesso e le parole, per uno come lui, hanno un peso: voleva essere al fianco dei suoi giocatori per l'esordio in campionato.

false

E così, appena uscito dal Sant'Orsola dove si sta curando dalla leucemia mieloide e si sta sottoponendo a difficili cicli di terapie ha voluto essere a Verona. Certo, ci saranno precauzioni da prendere, visto che il mister ha trascorso le ultime settimane praticamente in isolamento, ma la sua presenza è un fattore determinante per i giocatori e per i tifosi rossoblù e non solo.