Restyling dello stadio Dall'Ara di Bologna, il rendering (FotoSchicchi)
Restyling dello stadio Dall'Ara di Bologna, il rendering (FotoSchicchi)

Bologna, 4 giugno 2020 - Sarà il Fincantieri Infrastructure, controllata del gruppo Fincantieri, il partner industriale del Bologna per la realizzazione dell'opera di restyling dello stadio Renato Dall'Ara. A comunicarlo è la società rossoblù, che ora ha tutte le carte in regola per andare in Comune per chiedere l'atto di indirizzo sull'operazione, a cui seguirà la manifestazione di interesse, che darà il via all'iter del restyling.

AGGIORNAMENTO Bologna, stadio temporaneo da 15mila posti. Ecco le 3 ipotesi

"In un momento in cui anche il calcio, come altri comparti del Paese, necessita di investimenti e strategie per ripartire - recita il comunicato ufficiale - questa collaborazione rappresenta un’importante iniziativa per consegnare al club e alla città un’infrastruttura moderna e funzionale alle attuali esigenze del pubblico e dei partner commerciali. L’operazione che si va delineando, vede coinvolti il Bologna Fc 1909, il Comune di Bologna e Fincantieri Infrastructure, e avrà una serie di ricadute positive sull’economia del territorio bolognese".

"Un grande passo avanti per la città, un segnale concreto di ripartenza. - afferma il sindaco di Bologna, Virginio Merola-. Il progetto, un forte partner industriale, l’intera operazione per il nuovo Dall’Ara, che vede il Comune protagonista assieme al Bologna F.C., rappresentano la chiave strategica per la profonda riqualificazione di un importante quadrante della nostra città. La scelta del Comune, determinato nel puntare da subito sulla ristrutturazione dello stadio esistente, struttura di proprietà pubblica e quindi di tutti i bolognesi, era giusta e il progetto ne sarà l’indicazione tangibile. Bologna va avanti”.