Matteo Richetti (Foto Schicchi)
Matteo Richetti (Foto Schicchi)

Bologna, 27 agosto 2014 - A poche ore dall'annuncio di Stefano Bonaccini sulle primarie del centrosinistra per la guida dell'Emilia-Romagna, è l'altro modenese Matteo Richetti a sciogliere le riserve.

L'ex presidente del consiglio regionale e deputato renziano ha scelto Facebook per l'annuncio: "Abbiamo deciso. Ci candidiamo a guidare la nostra Regione per i prossimi 5 anni. Sarà una scommessa con un filo conduttore: nessuna occasione deve andare perduta".

 

Prima dell'avvio della Festa dell'Unità Nazionale dovrebbe sciogliere le riserve Stefano Bonacccini, segretario regionale Pd.

 

MANCA SI RITIRA

Intanto il sindaco di Imola, Daniele Manca, si sfila ufficialmente dalla corsa per viale Aldo Moro. "Un grande 'in bocca al lupo' a quanti annunciano la loro determinazione a misurarsi nelle primarie" per scegliere il candidato di centrosinistra alla Regione, ha scritto Manca su Facebook, aggiungendo: "Io sono il sindaco di Imola e svolgerò il mio lavoro con la determinazione che mi ha condotto fin qui. Mi sfilo? Veramente non mi ero infilato. Ho letto che sono stato al centro di tante attenzioni. La cosa mi ha fatto pensare e dichiarare di essere a disposizione di un disegno che, trasferito sulle questioni della politica di governo, proponesse la qualità delle nostre realizzazioni al servizio della trasformazione del nostro Paese". Per poi concludere: "Noi ci siamo e ne abbiamo di cose da dire, di cose da fare. Insieme." 

 

 

I due modenesi Bonaccini e Richetti i favoriti per la corsa al dopo Errani. Ieri si era candidata la presidente dell'assemblea legislativa Palma Costi che era stata preceduta, nelle precedenti settimane, dall'assessore Patrizio Bianchi e dall'ex primo cittadino di Forlì Roberto Balzani.