MIlos Teodosic (Foto Ciamillo)
MIlos Teodosic (Foto Ciamillo)

Venezia, 25 gennaio 2020 - Sesta vittoria consecutiva in campionato per la Virtus Bologna, che viola anche il Taliercio, imponendosi 71-83 in casa della Reye Venezia campione d'Italia,
Ennesima prova di forza per la formazione bianconera di Sasha Djordjevic che domina, è sempre avanti nel punteggio e centra una vittoria tanto importante quanto meritata per quello che i bianconeri hanno fatto per tutta la partita.
Con 4 giocatori in doppia cifra, Markovic straordinario (12 punti, 9 assist e 21 di valutazione) e Teodosic (16 punti e 7 assist) prima evanescente e poi decisivo nella ripresa nei momenti che contavano, la Virtus viola così il campo dei campioni d'Italia (terza squadra a farlo in tutta la stagione) e allunga sulle immediate, con Sassari che cade in casa con Trento 87-90.

Al Taliercio Venezia si presenta senza Tonut infortunato, mentre la Virtus fa a meno di Marble ancora indisponibile e di Delia per scelta tecnica.
La Reyer si presenta in campo col quintetto pesante con Vidmar e Watt subito in campo insieme; dall'altra parte Djordjevic va sul classico con Markovic, Teodosic, Weems, Ricci e Gamble.
Il 4-5 iniziale a favore della Virtus è firmato da una parte da Watt, che mette in difficoltà Ricci in difesa, dall'altra dallo stesso Ricci che ha decisamente un altro passo rispetto al lungo veneziano.
Gamble porta la Virtus avanti 4-8 al 5'; Teodosic (primo tempo più ombre che luci, ripresa come al solito decisivo) firma il 7-12 al 6' dopo un bel rimbalzo offensivo di Baldi Rossi in campo al posto di Ricci già gravato rapidamente di 2 falli.


Chappell e Bramos pareggiano ben presto i conti, con Venezia che a livello difensivo lavora bene, varia quintetti e tipi di difese e mette in difficoltà una Virtus che va troppo a sprazzi.
La tripla del neoentrato Filloy vale il primo vantaggio interno, sul 19-16 al 9'. Hunter e un reattivo Pajola riequilibrano il punteggio sul 21-21 al 10'.
Lo 0-7 parziale ad inizio secondo quarto, tutto firmato da Hunter, lancia la Virtus avanti 21-28 al 13'.
Daye prova a ridurre il gap, ma è Bramos in grande serata (21 punti), a siglare la tripla del 34-34 al 18'.
Markovic illumina e segna, Hunter è ancora il terminale principale bianconero e Baldi Rossi utilissimo in attacco e in difesa, consentono ad una Virtus dominante al rimbalzo, di chiude avanti 39-44 all'intervallo.
Ad inizio ripresa la Virtus tocca subito il +9, la forbice del distacco si accorcia e si riallunga. Al 26' primo vantaggio in doppia cifra, +13 per i bianconeri avanti 48-61, grazie al 7-0 firmato da Teodosic, Markovic e Pajola. Al 30' Virtus avanti 55-63.





Teodosic riporta il vantaggio delle Vnere in doppia cifra, sul 57-67 al 32', ma due triple di fila di Bramos e Daye rilanciano Venezia a -4.
La Virtus ha però in mano la partita, gestisce bene il vantaggio, tocca il nuovo massimo vantaggio sul +16 al 37', sul 64-80, con un nuovo parziale di 11-0. Partita finita e Virtus che passa con merito anche a Venezia.

Il tabellino
UMANA REYER VENEZIA 71
VIRTUS BOLOGNA 83
UMANA REYER VENEZIA: Stone 3, Chappell 7, Bramos 21, Vidmar 2, Watt 10; Daye 13, De Nicolao 7, Mazzola, Filloy 5, Casarin, Cerella 3, Pellegrino ne. All. De Raffaele.
VIRTUS BOLOGNA: Markovic 12, Teodosic 16, Weems 9, Ricci 7, Gamble 13; Hunter 17, Baldi Rossi 3, Pajola 6, Gaines, Cournooh ne, Nikolic ne, Deri ne. All. Djordjevic.
Arbitri: Mazzoni, Borgioni, Di Francesco.
Note: parziali 21-21, 39-44, 55-63.
Tiri da due: Venezia 15/26; Virtus 25/37. Tiri da tre: 11/34; 6/21. Tiri liberi: 8/12; 15/26. Rimbalzi: 37; 45.