Antenna contestata, il sindaco con i cittadini

Nuova assemblea alla sala di quartiere di Ponte Ospedaletto, ci sarà anche l’Arpae. Graziano: "Ma il Comune non ha potere sulla normativa vigente".

Antenna contestata, il sindaco con i cittadini

Antenna contestata, il sindaco con i cittadini

Il sindaco di Longiano Mauro Graziano prova a fare chiarezza sull’installazione dell’antenna per telefonia nella frazione di Ponte Ospedaletto rispondendo alla petizione ricevuta. "C’è in me – dice – un’amarezza dettata dalla condizione di impotenza in cui la normativa nazionale in materia mi pone di fronte alle vostre richieste, come già ampiamente spiegato durante un incontro tenutosi il 18 maggio con una vostra rappresentanza. Siamo di fronte a una società di telefonia che ha un accordo con un privato cittadino per l’installazione di un’antenna in area privata. Nel momento in cui i nostri uffici hanno ricevuto la richiesta di autorizzazione da parte della società di telefonia, si sono subito attivati chiedendo i pareri agli organi preposti, come previsto dalla normativa vigente, e alla luce dei pareri favorevoli di Arpae e Asl non hanno potuto fare altro che autorizzare l’installazione". Il sindaco Mauro Graziano continua dicendo che l’installazione dell’antenna non è stata una decisione dell’amministrazione, ma la conseguenza del procedimento amministrativo regolato dalla normativa nazionale e dalla legge regionale che hanno sottratto al Comune qualsiasi potere decisionale in merito all’installazione a fronte dei pareri favorevoli di Asl e Arpae relativamente al rispetto delle emissioni prodotte. "E’ mia intenzione – continua il sindaco – sostenere la vostra protesta nelle sedi opportune. Nell’incontro del 18 maggio con la delegazione di residenti di Ponte Ospedaletto ho inoltre condiviso con loro e con il presidente di Quartiere l’idea di organizzare un incontro pubblico alla presenza di Arpae che si terrà martedì 18 giugno presso la Sala di quartiere di Ponte Ospedaletto".

Ermanno Pasolini