"Emergenza casa, coinvolgere le aziende"

"Emergenza casa,  coinvolgere  le aziende"
"Emergenza casa, coinvolgere le aziende"

L’emergenza alloggi, accresciuta dalle conseguenze dell’alluvione, è al centro di una proposta dei Popolari per Cesena. L’idea è quella di "lavorare ad un’iniziativa che veda coinvolti, oltre agli inquilini ed ai proprietari, anche l’amministrazione comunale e le aziende stesse". L’obiettivo è dare inoltre risposte al tema della carenza di manodopera: "Attraverso apposite normative o accordi (campo nel quale dovrebbe distinguersi l’ente pubblico) l’affitto potrebbe essere erogato ai proprietari degli immobili direttamente dall’azienda, trattenendolo dallo stipendio del lavoratore e sfruttando eventualmente anche gli strumenti messi a disposizione dal welfare aziendale. Infine, affinché anche i lavoratori si possano sentire tutelati, auspichiamo anche il coinvolgimento delle rappresentanze sindacali".

Riguardo alla situazione degli studenti universitari, i Popolari suggeriscono di coinvolgere ad esempio le aziende agroalimentari: "a fronte di un impiego part time (ad orario molto ridotto, per non portare via troppo tempo al percorso formativo universitario) l’azienda potrebbe pagare (anche solo in parte) i costi dell’alloggio che gli studenti fori sede devono sostenere". "Oltre ad ottenere la tanto ricercata manodopera l’azienda avrebbe anche il vantaggio che alla fine del ciclo di studi si presenta l’opportunità di inserire un giovane neolaureato, ma già formato sul piano della conoscenza dei meccanismi aziendali, con evidenti risparmi sui costi di formazione". "Si tratta di interventi innovativi e creativi, che la straordinarietà degli eventi e della situazione esige – concludono i Popolari – . Invitiamo quindi tutte le forze interessate (Comune, associazioni imprenditoriali e sindacali, Università) ad incontrarsi nella logica di un ‘Tavolo per il Lavoro’ al fine di concretizzare queste idee, che possono contribuire a risolvere alcuni problemi concreti".