Quotidiano Nazionale logo
13 mar 2022

La Romagna gastronomica è servita

Domani al Castello di Diegaro la presentazione di una guida ai ristoranti e locali con cucina con 400 schede informative

La presentazione del volume tenutasi al Marè di Cesenatico
La presentazione del volume tenutasi al Marè di Cesenatico
La presentazione del volume tenutasi al Marè di Cesenatico

I ristoranti e i locali con cucina, hanno una loro guida in Romagna. Al termine di un lavoro durato oltre sette mesi e con il coinvolgimento di una decina di persone, è stata pubblicata la prima edizione della guida "Romagna a Tavola" stampata da Sicograf. E’ una raccolta di 400 tavole dove si descrivono altrettante realtà romagnole, fra ristoranti, osterie, trattorie, agriturismi, bistrot e botteghe con cucina. La presentazione si terrà domani alle 17, a Cesena, nel salone del ristorante Quel Castello di Diegaro. Dopo lunghe ricerche, interviste e degustazioni, ne è venuto fuori uno spaccato importante di realtà che si sono distinte in base alla qualità della proposta enogastronomica, del servizio e dell’ambiente. I 400 locali sono suddivisi in ordine alfabetico per comune, partendo da Imola fino ad arrivare Cattolica e alla Valconca. È stato un lavoro considerevole e unico nel suo genere, nato dalla quasi decennale esperienza del portale romagnaatavola.it e del suo direttore Max Marcocchi, uniti alla collaborazione con blogger locali, "cronisti del gusto" e i sommelier di Ais Romagna.

Il volume è suddiviso in 14 macro e micro aree significative per la ristorazione. Ogni territorio è descritto attraverso un breve racconto delle peculiarità culturali e culinarie. "L’idea _ dice Marcocchi_, è di raccontare la Romagna dal punto di vista enogastronomico non solo ai turisti, ma di ingolosire anche i buongustai romagnoli. È un modo di parlare di questa ricca e affascinante porzione d’Italia in maniera inedita e al passo con i tempi". Le schede dei vari locali, oltre a indicare informazioni pratiche e una fascia di prezzo indicativa per due portate, sono arricchite da pittogrammi per segnalare le realtà che accettano animali, quelle che propongo piatti senza glutine, vegetariani o vegani. Con il simbolo Aia sono evidenziati i ristoranti che hanno un sommelier in sala o comunque un consulente che si occupa della carta dei vini, mentre un pittogramma specifico è riservato a quelle strutture che hanno una proposta enologica coerente con quella gastronomica. Sono evidenziati anche i locali "storici" con gestioni superiori ai vent’anni. Ci sono anche alcune schede più dettagliate che riportano un QRCode per poter accedere a informazioni aggiuntive o alle degustazioni pubblicate sul sito www.romagnaatavola.it. Nella presentazione tenutasi al Maré, il locale della famiglia Zaccheroni sul porto di Cesenatico, sono stati premiati il ristorante Le Vele di Bellaria e cinque locali di Cesenatico: Saluma, Giorgio, Maré, osteria Erbaluce e Trattoria il Matto. La guida "Romagna a Tavola" è in vendita online e nelle librerie. Giacomo Mascellani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?