Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Tigers, si va a Senigallia per cancellare l’andata

Tassinari ricorda: "Nel primo tempo non facemmo nulla di quanto studiato". Oggi con molti influenzati si cerca la vittoria che possa cambiare la stagione

luca ravaglia
Sport

di Luca Ravaglia

La partita che potrebbe essere lo spartiacque della stagione comincia in salita. I Tigers Cesena oggi alle 18 affronteranno in trasferta Senigallia (diretta sulla piattaforma Lnp) reduci dall’ennesima settimana complicata dalle assenze forzate nel gruppo. "Mezza squadra è alle prese con l’influenza - ha commentato ieri coach Davide Tassinari – e fino all’ultimo non sapremo se riusciremo a recuperare almeno qualcuno. In ogni caso, anche se in allenamento non siamo mai stati più di nove, questo non ha minimamente inciso sulla determinazione con la quale ci siamo preparati. Non abbiamo potuto simulare situazioni di cinque contro cinque, ma ciononostante ognuno sa cosa fare e come farlo".

La ricetta del tecnico è ormai rodata e questa volta aggiunge al menù il pepe della voglia di rivincita per una partita d’andata, persa di 4 dopo un approccio decisamente sbagliato. "La differenza canestri sarà l’ultima cosa alla quale pensare. Prima di tutto serve prendersi i due punti, poi vediamo. In ogni caso sì, in un flash voglio citare quanto accadde al Carisport: la gara con Senigallia è una delle pochissime durante la stagione nella quale abbiamo completamente sbagliato il modo di affrontare l’avversario: nella prima parte del match tutto quello che avevamo programmato di fare non lo abbiamo fatto e in condizioni del genere vincere è davvero difficile. Senigallia è una squadra scorbutica, che corre in contropiede ed è brava ad attaccare l’area. Se questa volta riusciamo a togliere i loro punti di forza, abbiamo ottime possibilità di portare a casa una vittoria pesante". Una di quelle che potrebbe significare la quasi certezza di arpionare la salvezza diretta e che allo stesso tempo permetterebbe al gruppo di guardare, da acque tranquille, quello che succede ai piani alti, provando a organizzare una scalata alla zona playoff che attualmente dista sei punti, ben più rispetto ai due che separano il gruppo, da quota 20, dalle sabbie mobili dei playout.

"E’ anche una questione di calendario – rilancia il capitano Giulio Mascherpa (nella foto in alto) – e per quello che ci riguarda, le prossime partite ci offrono occasioni da non fallire. E’ un peccato presentarsi a una gara così importante con problemi d’organico, ma è anche vero che quest’anno la buona sorte ci è decisamente stata alla larga. Se vogliamo centrare l’impresa e agganciare i playoff, dobbiamo metterci tantissimo del nostro e auspicare che finalmente la ruota cominci a girare dalla parte giusta". Niente mal di gola o dolore alle ossa, Mascherpa non fa parte dei convalescenti ed è pronto a metterci del suo: "Ogni settimana che passa aggiungo un pezzo in più alla mia condizione fisica, ho voglia di giocare e di aiutare la squadra in un girone che oggettivamente è davvero molto competitivo. Ho tanta esperienza in serie B, ma un raggruppamento come quello nel quale siamo inseriti noi faccio fatica a ricordarlo. Detto questo, avanti tutta con quelli che ci sono: in allenamento nei 4 contro 4 le cose riuscivano bene, le faremo riuscire anche con un uomo in più. Anche perché questa squadra quando è nelle situazioni difficili tira sempre fuori il meglio di quello che sa dare. Mi aspetto che succeda anche a Senigallia".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?