Bologna, 17 novembre 2019 - Mi meraviglio del fatto che da Bologna sia partita l’idea del popolo delle sardine: i bolognesi sono dei gran pescatori e dovrebbero sapere che le sardine non abboccano all’amo, ma vengono catturate a branchi con le reti. Personalmente ritengo trote tutti quelli che hanno abboccato all’amo del Pd.
Riccardo Ducci, Rimini

 

Risponde il condirettore de 'il Resto del Carlino', Beppe Boni

Nicola Zingaretti, segretario del Pd, regista della tre giorni di Bologna post show di Matteo Salvini intitolata «Tutta un’altra storia», dice che «qui disegna l’Italia del futuro su ambiente, lavoro, cultura». Eccoli qui i Dem, chiusi nel Palazzo mentre i comitati spontanei di giovani di sinistra riempono Piazza Maggiore col movimento delle Sardine che domani sarà a Modena. L’incapacità del Pd di uscire dagli slogan e incontrare la gente è incredibile. Come ha spiegato ieri su queste pagine il politologo Paolo Pombeni, l’ex Partitone «è schiavo della liturgia e non sa uscire dagli schemi». La Lega salviniana cresce, l’anima della sinistra, almeno in Emilia è ancora forte, ma il Pd è un prodotto scaduto.
beppe.boni@ilcarlino.net