Le analisi per accertare il Coronavirus
Le analisi per accertare il Coronavirus

Ancona, 31 maggio 2020 - Sono 3 i nuovi casi di 'Covid-19' accertati nelle Marche nelle ultime 24 ore, lo 0,4% rispetto ai 670 tamponi processati all'interno del percorso per le nuovi diagnosi. I tre dei nuovi 'positivi' sono residenti nelle province di Pesaro-Urbino, Ancona e Macerata. Nell'ambito del percorso dei guariti sono stati effettuati anche altri 480 test. Lo si apprende dal primo bollettino quotidiano del Gores, il gruppo operativo regionale che coordina l'emergenza sanitaria. Dall'inizio della crisi pandemica, nelle Marche sono stati accertati complessivamente 6.730, il 10,3% rispetto a 65.617 tamponi processati.

Aggiornamento Bollettino Coronavirus 1 giugno

Leggi anche Coronavirus, l'Italia boccia le scelte sulla scuola" - L'infettivologo: "Torniamo a vivere senza l'incubo contagi" - Riapertura, i paletti delle regioni: test e controlli

I dati di sabato

Sono stati 4 i nuovi casi di ‘Covid-19’ accertati nelle Marche ieri, lo 0,7% rispetto ai 586 tamponi processati all’interno del percorso per le nuovi diagnosi. Tre dei nuovi ‘positivi’ sono residenti nella provincia di Pesaro-Urbino, uno in quella di Macerata. Nell’ambito del percorso dei guariti sono stati effettuati anche altri 509 test. Nessun decesso è stato registrato ieri nelle Marche: totale 987. 

Le regole per divertirsi in estate

Fra una settimana potremo andare più o meno ovunque, ma con cautela. Nell’estate che bussa alle porte, dovremo abituarci a nuove regole che potranno consentirci di vivere in libertà, sì, ma senza correre troppi rischi. Il Governo e le Regioni hanno messo da tempo dei paletti (distanza fra persone e mascherine nei locali pubblici, niente assembramenti, eccetera), in questo periodo tocca ai vari sindaci, con le rispettive ordinanze, dare un po’ di chiarezza. Il problema emerge soprattutto la sera, quando i giovani sono abituati a divertirsi. In questa pagina raccontiamo cosa stanno facendo i primi cittadini di Emilia Romagna e nelle Marche. Le oro ordinanze, alcune comuni, altre originali, sono state applaudite o contestate. ma tutte nascono per un bene comune da salvaguardare: far divertire senza rischi. Non è facile, ma dobbiamo provarci. C’è un’immagine di inizio marzo che fece il giro d’Italia, pubblicata proprio dal Carlino: una piazza di Ancona strapiena di giovani in festa. Quelle foto arrivarono anche sul tavolo del premier. La storia, o forse la leggenda, racconta che dopo aver visto quelle immagini Conte decise di chiudere l’Italia. 

Ancona: La movida di Ancona fece arrabbiare Conte? Il sindaco Mancinelli è chiara con i locali: "Noi vi diamo una mano, ma dovete prendere tanti steward per vigilare che sia tutto ok".

Da Pesaro ad Ascoli: A Pesaro ed Ascoli si è deciso di rendere obbligatoria la mascherina nei luoghi dove si rischiano di creare assembramenti; anche all’aperto, anche se seduti.

Nel Fermano: Bar, pub e ristoranti devono chiudere entro l’una di notte. Ma con una differenza: a Fermo città solo in alcune zone, a Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio ovunque. 

Aggiornamento: Sono scesi a 71 i pazienti 'Covid-19' ricoverati nelle Marche, 4 in meno rispetto a ieri, mentre sono saliti a 4.405 coloro che sono stati dimessi o guariti, 12 in più nelle ultime 24 ore. Lo si apprende dal secondo aggiornamento quotidiano del Gores, il gruppo operativo regionale che coordina l'emergenza sanitaria. Nelle terapie intensive si trovano 9 persone, nelle aree di semi-intensiva 8 (2 in meno rispetto a ieri), nei reparti non intensivi 23 (-1) e nelle degenze post acute 31 (-1); inoltre, sono 106 ospiti nelle altre strutture territoriali della regione (-12). Rispetto a ieri ci sono 5 'positivi' in meno in isolamento domiciliare (1.267), mentre le vittime dall'inizio della crisi sono 987 e, tra queste, 8 non erano residenti nelle Marche. Non ci sono stati decessi nelle ultime 24 ore: il totale dei morti dall'inizio della pandemia resta così fermo a 987.