Coronavirus, bollettino Covid di oggi, 10 agosto: 2 contagi nelle Marche (Foto Petrangeli)
Coronavirus, bollettino Covid di oggi, 10 agosto: 2 contagi nelle Marche (Foto Petrangeli)

Ancona, 10 agosto 2020 - Da qualche tempo la tendenza è questa: un giorno su, quello dopo giù. E' la dinamica dei contagi in una fase nella quale il virus entra molto di rado direttamente negli ospedali, ma lo si va a scovare nelle case, rincorrendo i contatti dei positivi. Sono due i nuovi casi di Covid nelle Marche, secondo il bollettino sul Coronavirus di oggi, 10 agosto.

AGGIORNAMENTO Coronavirus, il bollettino Covid di oggi 11 agosto nelle Marche

Il Gores (Gruppo regionale per l'emergenza sanitaria) ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 548 tamponi: 173 nel percorso nuove diagnosi e 375 nel percorso guariti. I positivi sono 2 nel percorso nuove diagnosi: un caso di rientro dall'estero in provincia di Ancona e un caso sintomatico in provincia di Macerata. Il totale dei casi di positività dall'inizio dell'epidemia sale quindi a quota 6.939.

Due ricoverati in meno per coronavirus nelle Marche, uno in Malattie infettive ad Ancona, un altro a Marche Nord nelle ultime 24ore. Continua la discesa del numero di degenti nella regione: sono passati da 13 a 11, tutti in reparti non intensivi. Le persone ancora ricoverate si trovano attualmente in Malattie infettive a Fermo, tre ad Ancona e sei a Marche Nord.

Intanto i guariti salgono da 5.799 a 5.804.

I positivi in isolamento domiciliare, comunica il Gores, sono calati da 155 a 154 così come le persone isolate in casa per contatti con contagiati (da 1.370 a 1.324, tra le quali 147 con sintomi e 47 operatori sanitari). 

Anche oggi nessun decesso (per il 56° giorno consecutivo) e le vittime registrate restano così 987, 589 uomini e 398 donne con una età media di 80 anni e mezzo.

Caccia al Covid, stretta sul porto di Ancona

Pronta a imbarcarsi sul traghetto diretto in Grecia, una giovane turista torinese è stata bloccata al varco d’ingresso del porto di Ancona: il termoscanner manuale ieri mattina ha evidenziato una temperatura corporea pari a 37.8° (la soglia massima è 37.5°), e così è scattata la procedura di sicurezza. Dalla prospettiva di un viaggio in nave verso Igoumenitsa e Patrasso ad una giornata di angoscia in pronto soccorso, all’ospedale Torrette di Ancona, in attesa dell’esito del tampone a cui è stata sottoposta.

Sono decine di migliaia i passeggeri in arrivo e in partenza. Per questo l’Autorità portuale del capoluogo marchigiano si è attivata per definire un protocollo di comportamento condiviso con la capitaneria di porto e l’Usmaf, l’Ufficio di sanità marittima. Al terminal biglietterie obbligatorio l’uso della mascherina e il distanziamento sociale fra le persone. Fin da subito, separati i percorsi di ingresso e di uscita nella biglietteria, previste sanificazione e igienizzazione dei locali frequentati dai viaggiatori e dai lavoratori del settore, installati dispenser con soluzioni disinfettanti per i passeggeri e organizzati spazi necessari ad accogliere persone con sintomi sanitari da approfondire.

Dai primi di luglio, con la ripresa del traffico passeggeri, è stata raddoppiata la presenza di personale di vigilanza e controllo, con 3 guardie giurate e 5 persone di supporto per assistere i passeggeri. Previsto anche il controllo della temperatura corporea dei passeggeri in ingresso alla biglietteria. Dopo la pubblicazione del Dpcm del 14 luglio, in 20 giorni l’Ap ha acquistato un sistema di contingentamento degli accessi che effettua anche la misurazione della temperatura e verifica l’utilizzo della mascherina, attivato nei giorni scorsi.

Virus, le altre notizie di oggi

I dati dell'Emilia Romagna

Covid, Conte: vaccino non sarà obbligatorio. "Pubblicheremo tutti i verbali del Cts"

Ancona, paura Covid in porto

Pesaro, 3 positivi di ritorno dalla Croazia