La cometa Neowise (foto di Mauro Facchini)
La cometa Neowise (foto di Mauro Facchini)

Bologna, 11 luglio 2020 - Lo spettacolo di Neowise. E’ il nome della cometa, la più luminosa finora avvistata in questo secolo, scoperta nel marzo scorso è diventata visibile ad occhio nudo dal 3 luglio scorso. E la si può vedere in questi giorni all’alba e da circa la metà di questo mese al tramonto - notte. «Questa cometa – spiega – Romano Serra, fisico dell’Università di Bologna – che si chiama C/2020 F3 Neowise, sarà ben visibile per tutto luglio anche di sera; da metà mese diventerà circumpolare per tutto il nord Italia. Per osservarla in questi giorni ci si deve alzare verso le 4 di mattina o anche prima. Quindi si deve osservare il cielo verso nord - est e lì ci sarà Venere. Da quella posizione si deve poi spostare lo sguardo a circa 30 gradi verso nord e quasi alla stessa altezza (vale a dire un po' più su) e sarà possibile vedere la cometa anche ad occhio nudo, non lontanissima da Capella, la stella principale dell'Auriga. E si può vedere un piccolo batuffolo chiaro con una coda rettilinea diretta verso l'alto».

Leggi anche Cometa Neowise, gli orari per vederla meglio dall'Italia. Ecco la posizione

E Serra continua: «La coda è perfettamente visibile, ed ha un bel colore giallastro dovuto al riflesso della luce solare sulle polveri che la compongono. E se si ha sottomano un comune binocolo, lo spettacolo sarà ancora più bello. Verso circa metà luglio Neowise sarà visibile la sera (anziché la mattina) fin verso circa mezzanotte nella costellazione della Lince. La cometa sarà bassa all’orizzonte di nord - ovest». La cometa è stata scoperta dal telescopio automatico Neowise e si tratta di una cometa con un'orbita ellittica attorno al Sole talmente grande o con un'orbita parabolica tale da non potersi prevedere la data del suo ritorno.

«Questa cometa - aggiunge Serra - raggiungerà la distanza minima dalla Terra (perigeo) il 23 luglio prossimo quando si troverà a soli 103 milioni di chilometri. Neowise, come tante altre comete, è una sorta di palla di ghiaccio e di altri elementi, e contiene i mattoni della vita. Con ogni probabilità Neowise proviene dalla nube di Oort e si tratta dunque di un oggetto extra sistema solare. Ha una grandezza stimata tra i dieci e i 20 chilometri e dovrebbe avere un’età di circa 6.800 anni». Secondo gli osservatori astronomici che la stanno seguendo, Neowise sarà perfettamente visibile almeno fino al primo agosto.