Ancona 28 dicembre 2020 – Scendono ancora i contagi da Coronavirus nelle Marche, così come l'indice di positività. Il bollettino Covid di oggi, 28 dicembre, registra infatti, 131 nuovi casi (ieri erano stati 181) su 474 tamponi processati nel percorso nuove diagnosi: il 27,6%, in calo rispetto al 33,5% di ieri. Si registrano 11 vittime.

Aggiornamento 29 dicembre: Marche, contagi record in un giorno: 1.707

Il Servizio Sanità della Regione Marche rende noto che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.039 tamponi: 474 nel percorso nuove diagnosi (di cui 62 nello screening con percorso Antigenico) e 565 nel percorso guariti. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 62 test e sono stati riscontrati 4 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi-testati è pari al 6%.

La mappa dei nuovi casi

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 131, di cui 23 sintomatici:29 in provincia di Macerata, 26 ad Ancona, 57 a Pesaro e Urbino, 3 a Fermo, 11 ad Ascoli Piceno e 5 fuori regione.

Il totale delle persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia sale a quota 39.828.

La causa dei contagi

La causa dei contagi? Dei 131 nuovi casi odierni, 24 sono nati in casa, 38 da contatti stretti con persone positive, 5 sul posto di lavoro, 4 in ambienti di socialità, 1 in contesto assistenziale, 4 riguardano studenti e 2 sono stati rilevati grazie allo screening del percorso sanitario. Per altri 30 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Ricoveri

Prosegue ancora l'aumento di ricoverati per Covid-19 nelle Marche e torna sopra i 500 (da 493 a 514; +21). Nelle ultime 24ore, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, è cresciuto soprattutto il numero di pazienti in reparti non intensivi (317; +20) e in Semintensiva (137; +6) mentre è calato quello dei degenti in Terapia intensiva (60; -5). Gli ospiti di strutture territoriali sono 237 (-1) e le persone assistite in Pronto soccorso, dunque non tecnicamente ricoverate, sono 31 (+6).

In isolamento


I positivi in isolamento domiciliari sono passati in 24ore da 9.178 a 9.223 (+45) mentre i guariti sono ora 28.556 (+57). Le persone isolate in casa per contatti con contagiati sono 13.637 (+211; 3.613 con sintomi e 583 sono operatori sanitari).

Vittime

Oggi nelle Marche sono state undici le nuove vittime correlate al Covid-19, tutte con patologie pregresse.

Marche Sicure, continua lo screening

Inizia in maniera graduale la Fase 2 dell’Operazione di screening diffuso Marche Sicure, voluta dall’amministrazione regionale per il controllo della diffusione e il tracciamento dell’epidemia da Covid-19 e l’individuazione degli asintomatici positivi.

Al via da oggi, 28 dicembre, fino al 30, al Fermo Forum, la fase 2 per l’Area Vasta 4. Saranno coinvolti i cittadini di Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare, le due città del Fermano più popolose dopo il capoluogo, che potranno recarsi liberamente nei punti di screening al Fermo Forum in via Giovanni Agnelli. Sarà necessario portare la tessera sanitaria e il modulo per le operazioni di accettazione. Effettuato il test in modalità drive, si attenderà in un’area parcheggio per circa 15 minuti, l'esito sarà comunicato telefonicamente. In caso di positività, si effettuerà subito il tampone molecolare. 

Continua intanto lo screening ad Ancona, al Palaindoor,  fino a martedì 29. Dal 2 gennaio partirà anche lo screening per i cittadini di San Benedetto del Tronto.

Come funziona lo screening

Lo screening, ompletamente gratuito e su base volontaria, si effettua attraverso il tampone antigenico rapido in grado di rilevare la presenza del virus e di dare un risultato in circa 15-30 minuti. Il test è sicuro e indolore.  

E' aperto a tutti i cittadini di età superiore ai 6 anni, rivolto anche alle persone che soggiornano nei comuni individuati per motivi di lavoro o studio. I minori devono essere accompagnati da un genitore. Sono escluse dallo screening le persone che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid-19 e chi è attualmente in malattia per altro motivo; chi è stato positivo al Covid-19 negli ultimi tre mesi, chi è già in quarantena o in isolamento fiduciario, chi ha già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare, chi esegue regolarmente i test per motivi professionali, i minori sotto ai 6 anni e le persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.

Per accedere al test occorre esibire la tessera sanitaria o un documento d'identità valido. Il modulo di accettazione e il foglio dell’informativa sulla privacy potranno essere compilati a casa (scaricati anche dai siti web) o sul posto e per la notifica del risultato si dovrà comunicare un indirizzo e-mail e un numero di cellulare valido.

Se il test rapido antigenico è positivo: si viene invitati al test molecolare in sede o il giorno successivo se non si riesce a garantire nella medesima sede. Se positivo al molecolare: il cittadino viene messo in isolamento e segue la prassi consolidata compresa la verifica dei contatti effettuata dai Dipartimenti di Igiene. Se il test rapido antigenico è negativo: bisogna continuare ad osservare le raccomandazioni di prevenzione: protezione di naso e bocca, distanziamento, disinfezione e ventilazione. Se insorgono sintomi contattare il proprio Medico di Medicina Generale. Essere negativi al momento di un tampone non implica che non si possa diventare positivi dopo poche ore pertanto occorre mantenere alta l’attenzione e continuare ad osservare le raccomandazioni di prevenzione.

I risultati

Nella giornata di domenica 27 dicembre il comune di Ancona ha rilevato un'adesione di 1.950 persone. Sono stati riscontrati 38 casi positivi al test antigenico rapido.

Complessivamente nella regione Marche da venerdì 18 dicembre hanno aderito 61.593 persone con 328 casi positivi al test antigenico rapido. In totale la percentuale di positività è pari allo 0,5% mentre la percentuale di adesione sulla popolazione target è del 19,5%. I casi positivi rilevati sono stati sottoposti al tampone molecolare.

Coronavirus, le altre notizie di oggi

Vaccino Covid nelle Marche: "Entro settembre coperta la metà dei residenti"

V-day solo per 9mila, siamo ultimi in Europa. La Germania ha già comprato forniture extra

Niente vaccino per i bambini. Immunità dopo la seconda dose

Anche il siero di Oxford verso il via libera. Per l’Italia in ritardo sarebbe la salvezza