Furti in casa, tre misure cautelari (foto d'archivio Torres)
Furti in casa, tre misure cautelari (foto d'archivio Torres)

Bologna, 13 luglio 2020 – Entravano in casa delle vittime fingendosi sostituti del medico curante. Poi arraffavano gioielli e oggetti di valore. I carabinieri hanno eseguito tre misure cautelari nei confronti di altrettanti pregiudicati, un uomo e due donne, ritenuti responsabili di due furti avvenuti lo scorso 30 maggio a Serravalle a Po e Bagnolo San Vito (provincia di Mantova). Giravano in pieno giorno in cerca di anziani nei pressi delle loro abitazioni.

Le due donne sono state rintracciate a Bologna, nelle loro residenze all'interno di due campi nomadi: una è stata sottoposta alla misura dell'obbligo di dimora e di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre l'altra è finita in carcere. L'uomo, invece, giostraio di professione, è stato catturato a Cervia (Ravenna) e accompagnato nel carcere di Ravenna.