Quotidiano Nazionale logo
11 feb 2021

Spostamenti tra Regioni vietati oltre il 15 febbraio. Bonaccini: "Chiesta proroga"

Questo è l'orientamento dei governatori, come precisato dal Presidente alla odierna Conferenza delle Regioni. Ipotesi 22 febbraio o 5 marzo

Il presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome Stefano Bonaccini fuori la Camera dopo le consultazioni con il presidente incaricato Mario Draghi, Roma, 10 Febbraio 2021. ANSA/GIUSEPPE LAMI
Il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini (foto Ansa)

Bologna, 11 febbraio 2021 - Si va verso la proroga del divieto di postamento tra regioni. Questo è l'orientamento espresso dai vari governatori, come precisato dal Presidente Stefano Bonaccini, a margine della odierna Conferenza delle Regioni. E questa parrebbe anche la direzione del Paese, con un consiglio dei ministri a tema, forse da domani. Le ipotesi sul tavolo per il termine del divieto di spostamenti, anche tra regioni gialle, sarebbero 22 febbraio o 5 marzo. 

Approfondisci:

Zona gialla e spostamenti senza rischi: ecco come

"L'orientamento e la richiesta di tutte le Regioni è di prorogare il dl che vieta gli spostamenti da una Regione all'altra, anche per la zona gialla", ha detto Bonaccini, che ha poi comunicato tale orientamento al ministro Francesco Boccia, oltre che al Presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi". 

Fiumicino, attivo il nuovo Centro Vaccini della Regione Lazio

Marche, ipotesi micro zone arancioni

"Al nuovo Governo - ha precisato - chiediamo poi un incontro per una discussione a 360 gradi sul nuovo Dpcm, per valutare le possibili graduali riaperture di alcune attività nel rispetto di tutti i protocolli di prevenzione", ha aggiunto Bonaccini.

Approfondisci:

Vaccini covid: l'alleanza Bonaccini-Zaia anticipa il modello Draghi

Domani il D-day

Forse già domani la decisione della prolungamento dei divieti di spostamento tra regioni. Previsto un Consiglio dei ministri ad hoc per prorogare il divieto. E sarebbe pertanto il governo uscente a firmare il provvedimento in accordo col premier incaricato Mario Draghi (il nuovo governo infatti domani certamente non sarà in carica). Si sta discutendo in queste ore fino a quando prorogare il divieto.

Ipotesi 5 marzo

L'ipotesi di prolungamento più lunga sarebbe fino al 5 marzo,  in quella stessa data scadrà infatti anche il Dpcm 16 gennaio. Il ministro Boccia sembrerebbe propendere per questa data. 

Ipotesi 22 febbraio

Ma si fa strada anche un'altra ipotesi: quella cioè di prolungare il divieto solamente per una settimana, ovvero fino al 22 febbraio. In ogni caso sarà poi il governo Draghi ad adottare le scelte definitive e ad applicarle.

Boccia: "Grazie alla lealtà delle Regioni"

"La Conferenza delle Regioni, confermando ancora una volta leale collaborazione e grande senso di responsabilità, ha comunicato l'orientamento delle Regioni nel richiedere la proroga del decreto legge che vieta gli spostamenti tra Regioni anche per la zona gialla". E' quanto dichiara il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia. Limite che "potrebbe essere protratto alla data di scadenza del Dpcm in vigore fino al 5 marzo, allineando così tutte le scadenze relative alle misure restrittive per l'emergenza Covid-19".

Boccia ringrazia il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini e tutti i presidenti di Regione, che "si sono espressi con tempestività e rapidità in una fase così critica dopo la richiesta del governo avvenuta nell'ultima Conferenza Stato-Regioni".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?