Modena, 12 maggio 2021 - Da Modena a Cattolica (foto), la quinta tappa del Giro d’Italia attende gli sprinter all'arrivo dopo 177 chilometri completamente piatti. A trionfare è stato Caleb Ewan, che dopo 5 vittorie di tappa al Tour de France qui coglie la sua quarta perla al Giro. Parla dunque australiano l'arrivo romagnolo, dopo una volata imperiosa che suona quasi come una vera prova di forza tra titani. La scelta di Elia Viviani e Giacomo Nizzolo di improntate uno sprint lungo è stata invece nulla contro una vera fucilata di Caleb Ewan. Maglia rosa sempre addosso a Alessandro De Marchi e tanti applausi dal pubblico anche per Filippo Ganna, arrivato staccayo. 

A dare il buongiorno al Giro d'Italia a Modena è la voce di Pavarotti che riecheggia in piazza per più volte, un omaggio della corsa rosa al grande tenore modenese. Una città che dà un grande benvenuto al Giro, con tanta gente accorsa per applaudire i corridori e vivere la magia di un evento così storico ed internazionale. "Ancora una volta il Giro è a Modena. Ne siamo molto felici per i sentimenti che evoca e la sua anima italiana - dice il sindaco Gian Carlo Muzzarelli - Modena rappresenta la voglia del sacrificio e vedere i ciclisti ier a Sestola, spingere sui pedali per cercare di salire mi rende ancor più orgoglioso di averli oggi a Modena, ed accoglierli davanti all' Accademia militare più antica del mondo, Oggi il Giro per noi è un momento di gioia che segna la ripartenza e il ritrovare la passione di ricostruire insieme". 

Premiati a Modena anche gli “Eroi della Sicurezza”, iniziativa nata dalla collaborazione tra  Polizia di Stato e Autostrade per l’Italia per valorizzare l’operato degli agenti e degli addetti autostradali che ogni giorno presidiano la viabilità sulle arterie ad alto scorrimento. Sono dunque premiati l’Assistente Capo Coordinatore Franco Marella e l’Agente Martina Ramundo, in servizio presso il Centro Operativo Autostradale di Bologna, per aver prontamente messo in sicurezza gli automobilisti in transito da un veicolo  che procedeva contromano. La Polizia Stradale invece celebra con un riconoscimento l’impegno di Mario Erardi, operatore della Direzione di Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia, per aver prestato assistenza a un’anziana donna che vagava disorientata lungo la Tangenziale di Bologna nei pressi dell’uscita Bologna-Lame.

Il sole bacia la partenza regalando a Modena una bella giornata e permettendo alla carovana e ai tanti che la seguono, di scoprire le botteghe storiche tipiche, così tanto caratteristiche, il pubblico segue il passaggio tra applausi e tifo e tra loro, la sorpresa di trovare a Ponte Samoggia, ferma a bordo strada, Laudes Govoni, una signora di Cento che a 90 anni si è è fatta portare a vedere la corsa rosa, lei che dopo aver seguito il Giro alla tv, aveva poi cominciato a viverlo conoscendo la carovana dall'interno. A quasi 91 anni e con i segni dell'età, non ha voluto perdersi questa tappa, salutata anche dal clacson di una delle auto dell'assitenza neutra in corsa. 

false

La cronaca della tappa

Dopo il via da Modena alle 13.10, per una tappa completamente piatta sulla quale hanno messo gli occhi gli sprinter, alcuni corridori hanno invece cercato la fuga provando subito a scattare. Ad avere la meglio è stata la coppia formata da Umberto Marengo (Bardiani) e Filippo Tagliani (Androni) che sonoo riusciti ad ottenere l'ok del gruppo e a prendersi la visibiità di una lunga fuga che subito ha guadagnato minuti.

La loro galoppata viene rallentata a Castel San Pietro Terme, perchè, insieme al pubblico a dargli il benvenuto è però anche un forte vento laterale. Al traguardo volante di Imola è Tagliani a passare per primo ma una manciata di km dopo, verso Faenza, la loro avventura finisce, ripresi dal gruppo. In vista di Cesena va in porto l'attacco di Simon Pellaud (Androni Giocattoli Sidermec) e Davide Gabburo (Bardiani CSF-Faizanè) che si regala il traguardo volante di Savignano sul Rubicone. A 27 km dal traguardo anche la pioggia ricomincia a farsi vedere a Cattolica bagnando l'asfalto che però si asciugherá in tempo per il finale.

Ai -20 km  Alexis Gougeard (AG2R Citroen Team) li agguanta formando un trio che però rimane sempre con un vantaggio minimo sul gruppo che alle spalle aumenta il ritmo, si allunga e già 5 km più avanti si iniziano ad organizzare i treni, segno che sono tutti determinati a giocarsela in volata. A complicare però le cose è una caduta all'uscita da una curva che divide il gruppo in due tronconi a soli 9 km dalla conclusione. A 5 km il trio ha 15", ci credono, si danno cambi ma il gruppo piomba su di loro poco dopo dando il via a una vera lotta tra i migliori sprinter.

Consonni lancia Viviani ma Caleb Ewan è fortissimo e partito dalla quinta posizione infila Nizzolo e si impone nella volata, accompagnata dal tifo del tanto pubblico che scandisce le pedalate imperiose dei campioni. Alle sue spalle dunque, il campione d'Europa e tricolore Giacomo Nizzolo, Elia Viviani, Peter Sagan e Gaviria, a formare una grande classifica sul traguardo di Cattolica.

Giro d'Italia 2021, classifica e maglie

Risultato di tappa

1 EWAN Caleb Lotto Soudal 100 80 4:07:01

2 NIZZOLO Giacomo Team Qhubeka ASSOS 40 50 ,,

3 VIVIANI Elia Cofidis, Solutions Crédits 20 35 ,,

4 SAGAN Peter BORA – hansgrohe 12 25 ,,

5 GAVIRIA Fernando UAE-Team Emirates 4 18 ,,

6 MOSCHETTI Matteo Trek – Segafredo 15 ,,

7 PASQUALON Andrea Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux 12 ,,

8 GROENEWEGEN Dylan Team Jumbo-Visma 10 ,,

9 BELLETTI Manuel EOLO-Kometa 8 ,,

10 CIMOLAI Davide Israel Start-Up Nation 6 ,,

11 CONSONNI Simone Cofidis, Solutions Crédits 5 ,,

12 MERLIER Tim Alpecin-Fenix 4 ,,

13 TAGLIANI Filippo Androni Giocattoli – Sidermec 3 ,,

Classifica generale

1 DE MARCHI Alessandro Israel Start-Up Nation 20 17:57:45

2 VERVAEKE Louis Alpecin-Fenix 0:42

3 OLIVEIRA Nelson Movistar Team 0:48

4 VALTER Attila Groupama – FDJ 1:00

5 EDET Nicolas Cofidis, Solutions Crédits 1:15

6 VLASOV Aleksandr Astana – Premier Tech 1:24

7 EVENEPOEL Remco Deceuninck – Quick Step 1:28

8 BETTIOL Alberto EF Education – Nippo 1:37

9 CARTHY Hugh EF Education – Nippo 1:38

10  BERNAL Egan INEOS Grenadiers 1:39

Maglie

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Alessandro De Marchi (Israel Start-Up Nation)

Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti - Giacomo Nizzolo (Team Qhubeka Assos)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Joseph Dombrowski (UAE Team Emirates)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo - Attila Valter (Groupama - FDJ)