Meteo, in Emilia Romagna arriva il grande caldo (foto d'archivio Corelli)
Meteo, in Emilia Romagna arriva il grande caldo (foto d'archivio Corelli)

Bologna, 17 giugno 2021 - Qualcuno ha già previsto che sarà una delle fasi più calde della storia: persino peggio della famigerata estate del 2003, tristemente ricordata come la stagione più bollente di sempre nel nostro Paese. Sì, perché nel weekend le temperature, soprattutto in Val Padana, andranno ben oltre la soglia dei 35 gradi, determinando quella sgradevole sensazione che i meteorologi chiamano ‘disagio bioclimatico diffuso’, percepibile specialmente nelle ore pomeridiane. Secondo il portale meteo di Arpae (Agenzia regionale per la prevenzione, l’energia e l’ambiente), nella giornata di oggi, giovedì 17 giugno, le temperature massime aumenteranno, attestandosi su valori compresi tra 32 e 34 gradi nei capoluoghi delle pianure interne e tra 28 e 31 gradi in Romagna e lungo la fascia costiera. Qui, infatti, soffierà una residua brezza, che contribuirà a mitigare la sensazione di disagio. Possibili temporali sparsi e di breve durata, localmente anche di forte intensità, in prossimità della foce del Po e lungo la costa nella notte e prime ore mattino.

Leggi anche Meteo: caldo da bollino arancione a Bologna e Ancona nel weekend

La colonnina di mercurio continuerà a salire anche domani, venerdì 18 giugno: le minime saranno comprese tra 21 e 23 gradi nei centri urbani, ma si manterranno inferiori di qualche grado in aperta campagna; le massime oscilleranno tra 33 e 35 gradi nelle pianure interne (con moderato disagio bioclimatico) e tra 29 e 32 gradi lungo la fascia costiera.

Il caldo non mollerà la presa neppure nella giornata di sabato 19 giugno: «Le temperature minime», si legge nel bollettino di Arpae, «saranno comprese tra 22 e 25 gradi nei centri urbani, con valori inferiori di qualche grado nelle aree extraurbane; le massime saranno generalmente comprese tra 34 e 37 gradi, con valori inferiori lungo la costa».

Non è finita: i picchi più elevati si raggiungeranno infatti nella giornata di domenica 20 giugno, con conseguente forte disagio soprattutto nelle pianure emiliane centrali, tra le città di Modena, Bologna e Ferrara. A inasprire il caldo contribuirà l’aumento dei tassi di umidità, che darà origine al temuto effetto-afa, percepibile in particolare nelle ore notturne.

Quando arriverà il tanto sospirato refrigerio? Secondo le previsioni meteo di Arpae, a partire da lunedì 21, «le correnti tenderanno a provenire dall'Atlantico, con conseguente leggera attenuazione del caldo e dell'afa, in un contesto di tempo prevalentemente soleggiato, con transito di modesti corpi nuvolosi». L’imperativo, dunque, è resistere fino all’inizio della prossima settimana, magari ricordando i ‘soliti’ consigli degli esperti: bere molta acqua ed evitare di uscire nelle ore più calde della giornata.

Meteo Emilia Romagna, le previsioni

Che tempo farà nelle prossime ore: video