Il professor Carlo Amodio
Il professor Carlo Amodio

Fano (Pesaro e Urbino), 5 aprile 2020 - Non ce l'ha fatta il dottor Carlo Amodio. Alla fine, quel maledetto virus ha avuto la meglio sul suo fisico da guerriero. L’altra notte il subentrare dell'ennesima complicazione in quel fisico ormai aggredito in mille modi diversi dal Coronavirus, ha fatto sì che il grande cuore di Amodio non reggesse più. E' spirato questo pomeriggio all'Ospedale San Salvatore di Pesaro (video) dove era ricoverato dall'11 marzo scorso: alle 13 di questa insolita domenica delle Palme. "Nella domenica della pace, ha finito di tribolare... - dice la moglie Donatella, ancora incredula -. Però non è giusto: per lui, per noi e per tutti quelli che avrebbe potuto ancora curare. Ha trovato tante soluzioni per tutti. Per lui invece niente". 

Leggi anche Vestiti, oggetti, stanze: la potenza del morbo - Iss: "Isolare gli animali dal padrone infetto"Passeggiata con bimbi e spesa: guida scacciadubbi - Il modulo per l'autocertificazione

Tutta Fano piange la scomparsa del dottor Amodio, noto radiologo di 71 anni, professionista molto conosciuto e stimato non solo a Fano dove è stato primario, ma in tutta la provincia e pure fuori regione. Un uomo e un medico di grande valore,  morale e professionale, che non perdeva occasione per aiutare gli altri. Umano, generoso, sempre allegro e perfezionista. Messaggi di cordoglio stanno arrivando da tutta Italia come sentimento di vicinanza alla moglie, alla sorella, ai quattro figli e i cinque nipotini costretti a piangerlo in solitudine. "Oggi una domenica ancor più triste - il messaggio del sindaco di Fano, Massimo Seri -, con grande dolore ho appreso della scomparsa del Dottor Carlo Amodio. Oggi Fano perde una splendida persona, ancor prima di uno stimato professionista. Uomo generoso, entusiasta, appassionato di lavoro e di vita. Sempre disponibile ed affidabile che ha aiutato tante persone. Tutta la mia vicinanza alla moglie e ai figli e a lui un abbraccio fraterno".