Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
4 ago 2022
4 ago 2022

Il gran piatto dell’Adele

Gnocchi ripieni di cinghiale con tartufo nero e asparagi, omaggio alla "Caccia"

4 ago 2022
Adele Cerisoli ha ideato un piatto dedicato alla «Caccia al cinghiale» di Mondavio: gli gnocchi fatti in casa e di ispirazione rinascimentale
Adele Cerisoli ha ideato un piatto dedicato alla «Caccia al cinghiale» di Mondavio: gli gnocchi fatti in casa e di ispirazione rinascimentale
Adele Cerisoli ha ideato un piatto dedicato alla «Caccia al cinghiale» di Mondavio: gli gnocchi fatti in casa e di ispirazione rinascimentale
Adele Cerisoli ha ideato un piatto dedicato alla «Caccia al cinghiale» di Mondavio: gli gnocchi fatti in casa e di ispirazione rinascimentale
Adele Cerisoli ha ideato un piatto dedicato alla «Caccia al cinghiale» di Mondavio: gli gnocchi fatti in casa e di ispirazione rinascimentale
Adele Cerisoli ha ideato un piatto dedicato alla «Caccia al cinghiale» di Mondavio: gli gnocchi fatti in casa e di ispirazione rinascimentale

Adele Cerisoli ama i piatti della tradizione e nel suo locale se ne possono assaggiare in ogni stagione. Ma tradizione non vuol dire star fermi, anzi. Adele è una pensatrice e infatti ha inventato una ricetta che farà piacere ai palati che amano sì la tradizione, ma rivisitata da chi sa usare le mani in pasta, si tratti di pizza a lunga lievitazione, secondi come il pollo arrosto ruspante della casa o, come in questo caso, primi piatti. Proprio pensando alla pasta e al suo candore nobile, Adele ha pensato di cucinare in questo periodo e di dedicare alla sua Mondavio gli gnocchi ripieni di cinghiale con asparagi e tartufo nero. Un piatto ideato in vista di uno degli eventi più attesi, forse il più atteso dell’anno, per il suo paese: la caccia al cinghiale agostana. Ma come viene preparato questo piatto rinascimental-moderno? E’ lei stessa che lo spiega ed è una descrizione che è anche un invito a provarlo: "Il ripieno è un macinato di polpa di cinghiale che precedentemente viene messa a marinare in aceto per una notte con i profumi del mediterraneo: bacche di ginepro, alloro, rosmarino aglio e chiodi di garofano. Lo gnocco ovviamente è tirato a mano come si faceva una volta e come si è sempre fatto da noi. Con questo piatto a base di cinghiale e tartufo vogliamo onorare e ricordare i Seicento anni dalla nascita di Federico da Montefeltro e dei personaggi che hanno vissuto alla sua corte come Francesco di Giorgio Martini, rendendo il nostro territorio, Mondavio compreso, ricco di rocche e castelli di una bellezza che ancor oggi è visibile e resiste al tempo. Tempo, quello che fu, di grandi cacciate come quella al cinghiale e di raccolta del tartufo, già conosciuto all’ epoca. Abbiamo volentieri aderito al progetto di Confcommercio “itinerario della bellezza” e nello specifico anche all’ “itinerario dalla corte del Duca Federico“ che sarà parte integrante dei festeggiamenti del Duca".

d.e.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?