Il capriolo ferito dall'incidente
Il capriolo ferito dall'incidente

Fano, 15 febbraio 2019 - Paura e traffico in tilt per un capriolo investito da un’auto lungo la strada Flaminia, nel tratto tra Rosciano e l’incrocio per Bellocchi. L’incidente, avvenuto ieri sera intorno alle 19,30, ha coinvolto una Lancia Ypsilon condotta da una donna del luogo, che transitava in direzione monte, quando all’improvviso s’è trovata davanti la bestiola. Inutile la frenata: la vettura ha centrato in pieno l’animale, sbalzandolo ad alcuni metri di distanza, a margine della carreggiata.

La donna è subito scesa dalla vettura per prestare soccorso al capriolo che, dopo un primo momento di stordimento e malgrado fosse ferito, mostrava segni di vitalità e tentava di fuggire. Dunque si è venuta a creare una situazione di estremo pericolo, con il rischio che l’animale agitato attraversasse nuovamente la strada, molto trafficata all’ora del rientro in entrambe le direzioni.

Provvidenziale è stato l’intervento di alcuni automobilisti di passaggio, che hanno avuto la prontezza di bloccare il capriolo lontano dalla carreggiata e ammansirlo con qualche carezza in attesa dei soccorsi.

Sul posto, dove si sono formate lunghe code, sono intervenuti gli agenti del Commissariato di polizia di Fano, che hanno regolamentato il traffico, deviandolo su corsia unica. Nel frattempo, sono arrivati gli operatori del Cras, che hanno prestato le prime cure all’animale, lo hanno immobilizzato e poi trasportato a bordo della Fiat Panda adibita al soccorso degli animali.

Sul luogo anche il sindaco di Fano, Massimo Seri, che si trovava nei paraggi e ha deciso di fermarsi per assicurarsi che le operazioni di soccorso si svolgessero secondo le procedure di sicurezza opportune. La guidatrice coinvolta nell’incidente, malgrado lo stato di choc, ha seguito le fasi dell’intervento di soccorso aiutando gli operatori. La sua utilitaria, in seguito al violento urto, richiederà costose riparazioni alla parte anteriore della carrozzeria. Per fortuna l’improvvisa frenata non ha causato un tamponamento a catena, evento possibile a causa dell’intenso traffico.

I poliziotti, tempestivamente intervenuti, hanno usato segnalatori luminosi per avvisare gli automobilisti in arrivo del pericolo e indurli a rallentare. Il capriolo, che pare che non abbia riportato traumi e ferite gravi, dopo essere stato coccolato per tenerlo calmo è stato affidato alle cure di un veterinario. Se sopravviverà, una volta guarito sarà riportato nel suo habitat tra i boschi.