Era in sella a una bicicletta da donna e, alla vista dei poliziotti, ha cambiato direzione di marcia, dando il via a una rocambolesca fuga. Il fuggitivo vistosi raggiunto dagli agenti, ha abbandonato il mezzo a due ruote, correndo a piedi in direzione di un palazzo tentando, inutilmente, di sottrarsi al controllo. L’episodio si è verificato a Lido Tre Archi e nei guai è finito un 20enne...

Era in sella a una bicicletta da donna e, alla vista dei poliziotti, ha cambiato direzione di marcia, dando il via a una rocambolesca fuga. Il fuggitivo vistosi raggiunto dagli agenti, ha abbandonato il mezzo a due ruote, correndo a piedi in direzione di un palazzo tentando, inutilmente, di sottrarsi al controllo. L’episodio si è verificato a Lido Tre Archi e nei guai è finito un 20enne magrebino, che alla fine è stato bloccato dai poliziotti e, risultato sprovvisto di documenti di identità, è stato accompagnato in questura. Dopo essere stato fotosegnalato e identificato, è emerso che aveva precedenti penali ed è clandestino. Per questo motivo è stato messo a disposizione dell’Ufficio immigrazione per il provvedimento di espulsione. Sulla provenienza della bicicletta che aveva in uso, il giovane ha fornito contradditorie giustificazioni e, dopo ulteriori accertamenti, è risultata oggetto di furto. Il 20enne è stato quindi denunciato per il reato di ricettazione e sanzionato per la mancata disponibilità e l’uso della mascherina. La bici è stata sequestrata e restituita alla proprietaria.

Continuano intanto i controlli a Lido Tre Archi degli uomini della questura per la prevenzione dei reati e la verifica del rispetto delle disposizioni a contrasto della diffusione dell’epidemia, che hanno portato all’identificazione di 60 persone e alla verifica amministrativa di 25 veicoli, con la costante presenza del cane antidroga della Guardia di Finanza. Due le sanzioni per la violazione del codice della strada. Quattro gli esercizi commerciali sottoposti ad accertamenti, anche per la verifica del rispetto delle disposizioni del sindaco in materia di vendita e somministrazione di bevande alcoliche. In un gruppo di giovani identificati in via Aldo Moro, l’attenzione dell’unità cinofila si è rivolta verso un 30enne straniero che aveva in tasca una dose di droga. Lo straniero è stato segnalato alla prefettura e sanzionato per il mancato uso della mascherina.

Fabio Castori