Il covo era nelle campagne di Porto Sant’Elpidio, in zona Pescolle (foto Zeppilli)

Fermo, 6 settembre 2018 - Ancora una brillante operazione antidroga, da parte dei carabinieri di Fermo, che hanno arrestato due ragazzi e una ragazza di nazionalità albanese per il reato di spaccio di droga e hanno sequestrato: un chilo di cocaina in sasso di elevato grado di purezza, seimila euro in contanti, due auto e materiale e strumenti per il confezionamento delle dosi dello stupefacente.

L’operazione si è svolta nella notte tra martedì e mercoledì, quando i carabinieri del Reparto operativo del nucleo investigativo, del nucleo operativo della Compagnia di Fermo e della locale sezione di polizia giudiziaria del Tribunale di Fermo, hanno fatto irruzione all’interno della stanza di una struttura ricettiva situata nelle campagne di Porto Sant’Elpidio, in zona Pescolle.

E’ qui che i militari dell’Arma hanno colto sul fatto la banda di trafficanti intenti a tagliare lo stupefacente e confezionarlo in dosi da 5, 25 e 50 grammi per essere poi immesse nelle piazze di spaccio dai pusher e dal quale avrebbero ricavato circa 300mila euro.

Ad essere tratti in arresto sono stati: una ragazza di 27 anni di Porto Sant’Elpidio, con precedenti per furto e spaccio (condotta al carcere di Pesaro) e i due ragazzi condotti al carcere di Ascoli Piceno di 29 anni domiciliato a Sant’Elpidio a Mare e di 23 anni domiciliato a Porto Sant’Elpidio.

La brillante operazione conferma la tenace lotta dei carabinieri di Fermo volta al contrato dello spaccio di stupefacenti, che non si ferma certo qui. Tra la merce sequestrata, infatti, anche i telefoni cellulari dei tre componenti della banda, che permetteranno di risalire alla rete di spacciatori e consumatori di cocaina.