Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 giu 2022

Irrigazione, primi limiti nei prelievi "In alcune zone canali già a secco"

Una risorsa da gestire: sos di Coldiretti e Confagricoltura alla politica. Ingentissimi i danni nel settore

21 giu 2022
matteo langone
Cronaca

di Matteo Langone Guai a dare per scontata la bontà del sistema locale di gestione delle acque. Che esso sia realmente un fiore all’occhiello del nostro territorio – ma anche di quello nazionale – è cosa vera: "Ma non bisogna fare l’errore di pensare che siccome, nella storia, siamo sempre stati bravi ad amministrare l’acqua, allora ciò implica che questo non sia un bene prezioso". Anzi, è proprio il contrario. Il grido di allarme arriva da Coldiretti e Confagricoltura ed è rivolto al mondo politico, ma non solo. Al netto di un caldo e di una siccità estremi – un maggio e un giugno così aridi è da record, o quasi – c’è un problema di fondo nella gestione del cosiddetto ‘oro blu’: lo spreco. Tanto ne avrebbe il nostro territorio, ma altrettanto va perso. Dietro ad un’immagine simbolo, come quella del Po ormai divenuto una sorta di grande spiaggia, c’è infatti un intero settore – quello, per l’appunto, agricolo – che soffre della scarsità di acqua e del cuneo salino. Ma andiamo con ordine. Il primo punto è la penuria del bene più prezioso. "Gli agricoltori – precisa, in tal senso, Riccardo Casotti da Coldiretti – si sono già regolamentati autonomamente, con prelievi limitati, per cercare di risparmiare. Forse la situazione generale non è ancora da crisi profonda, ma nell’Alto Ferrarese alcuni canali iniziano già ad evidenziare un livello troppo basso". Il Consorzio di bonifica sta lavorando al massimo delle proprie potenzialità – e, per questo, arriva il plauso da Confagricoltura – ma gli occhi del settore sono rivolti al cielo. Solo la pioggia può salvare i prodotti. "Cocomeri e meloni hanno bisogno di una irrigazione costante – aggiunge Gianluca Vertuani, presidente della confederazione con sede in via Bologna –, mentre grano e mais sono già in sofferenza". Aspettando un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?