Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Michelle al piano suona il suo Chopin Un finale da Divina

Candotti al Ridotto del teatro ospite di Ensemble Musik Festival. Il concerto si chiude con un viaggio tra le pagine di Dante

Michelle Candotti ha ricevuto numerosi premi in. concorsi Si è esibita per importanti stagioni
Michelle Candotti ha ricevuto numerosi premi in. concorsi Si è esibita per importanti stagioni
Michelle Candotti ha ricevuto numerosi premi in. concorsi Si è esibita per importanti stagioni

Oggi alle 18.30 torna al Ridotto del teatro comunale la pianista Michelle Candotti, ospite della rassegna Ensemble Musik Festival. Semifinalista al concorso Chopin di Varsavia, Michelle ha ricevuto già numerosi premi in numerosi concorsi e si è esibita per importanti stagioni concertistiche sia in Italia sia all’estero. A Ferrara proporrà un programma dedicato al compositore polacco, incorniciando alcuni dei suoi più celebri capolavori (la Barcarolle op.60, lo Scherzo n.2, il Notturno op.48 n.1) fra musiche di Haydn e Liszt. Aprirà il concerto la Sonata 49 in Mi bemolle maggiore di Franz Joseph Haydn, dedicata al fortepiano dallo stesso autore. Nel secondo momento Haydn inserisce infatti interi episodi che sembrano voler parafrasare alcune sezioni della Fantasia K396 in Do minore che Mozart aveva scritto diversi anni prima.

Dopo le musiche di Chopin, Candotti concluderà il concerto ritornando sul tema della parafrasi e della sonata con due grandi capolavori del compositore ungherese Franz Liszt. Verranno proposti la Paraphrases de Concert sull’Ernani e Après une lecture du Dante. Fantasia quasi Sonata. Diverse furono le opere di Giuseppe Verdi a fornire ispirazione e materiale a Liszt per l’elaborazione delle sue parafrasi, nelle quali le sonorità dell’orchestra e i temi più suggestivi dell’opera vengono condensate e riprodotte al pianoforte. Proviene dal Deuxième année degli Années de pelerinage – quello dedicato all’Italia – la cosiddetta ‘Dante Sonata’, nella quale Liszt ricrea in musica il viaggio di Dante Alighieri attraverso Inferno, Purgatorio e Paradiso. Una Divina tra le note tutta da scoprire. I biglietti per assistere al concerto sono disponibili presso la biglietteria del Teatro comunale e sul sito della fondazione Teatro Comunale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?