Solvay
Solvay

Ferrara, 9 ottobre 2018 - Il Consiglio di Stato, lunedì, ha confermato la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale di Bologna del 15 febbraio 2017, respingendo l’appello della società Solvay.

Il ricorso presentato da Solvay, contro Arpae Emilia-Romagna e Comune di Ferrara, si riferiva all’ordinanza con la quale si intimava alla società la bonifica ambientale dell’area ex cave SEF, nel cosiddetto ‘Quadrante est’. Con questa nuova sentenza i giudici hanno quindi dato ragione ad Arpae e Comune, ritenendo la Solvay responsabile della contaminazione del ‘Quadrante est’ che dovrà quindi procedere alla bonifica dell’area.

«Questa decisione rappresenta un motivo di particolare soddisfazione per i cittadini di Ferrara in quanto, al di là del risultato economico che ne conseguirà, a copertura degli oneri di bonifica presenti e futuri, dimostra la fondatezza e la determinazione del Comune di Ferrara nel perseguire nei fatti e non a parole la qualità dell’ambiente urbano in un confronto aperto ma non subalterno alle ragioni della impresa. Con buona pace di coloro che periodicamente si ergono a paladini di cause fantasiose ed ipotesi destinate solo a distrarre la pubblica opinione dalle questioni reali» ha dichiarato con soddisfazione il sindaco Tiziano Tagliani.