Ferrara, 10 settembre 2018 - Titolare, sulla destra. E' il sogno che si avvera per Manuel Lazzari che vestirà il numero 15 sulla maglia azzurra. Sarà un esordio che ha il sapore di sogno per il difensore biancazzurro. Del resto, già nell'allenamento di pranzo lo spallino era stato schierato titolare da Mancini che ha deciso quindi di cambiare 7 giocatori su 11 rispetto alla deludente prova con la Polonia.

image

Per la seconda partita di Nations League, Roberto Mancini resta fedele solo al 4-3-3. Tutto diverso il tridente offensivo, con Immobile per Balotelli, Zaza per Bernardeschi e Chiesa per Insigne. Il centrocampo continua a far perno su Jorginho, con Bonaventura e Cristante dal 1'. In difesa, Lazzari a destra e Criscito a sinistra, coppia centrale Caldara-Romagnoli. In porta confermato Donnarumma.

"La mia svolta - aveva spiegato da Coverciano - è stato l'arrivo di Semplici, sono cresciuto soprattutto grazie a lui". Sulla necessità di dare più spazio ai giovani è d'accordo con Mancini: "Rispetto a cinque-sei anni fa ci sono meno giovani italiani in campo, ci vuole più coraggio a puntare su di loro anche se è normale che all'inizio possono sbagliare".