Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

Formula 1, prevendita a gonfie vele Già staccati oltre 120mila biglietti

L’incognita meteo non ferma la corsa ai tagliandi per il weekend, prati e Villeneuve i più richiesti. Gara di domenica verso il tutto esaurito: restano soltanto tribune centrali e accessi circolari

enrico agnessi
Cronaca

di Enrico Agnessi

Si alza ancora l’asticella della presenze per il Gran premio di Formula 1 del 22-24 aprile. Superata quota 120mila biglietti venduti per l’intero fine settimana. La gara di domenica, in particolare, è sempre più vicina al tutto esaurito (capienza limitata a 80mila spettatori circa). Restano al momento solo i tagliandi circolari (75 euro) e quelli per le tribune centrali e dunque più costose (580 euro): A, I e 8. Già bruciati, invece, i biglietti per la tribuna M, sempre lungo il rettilineo principale, l’unica al coperto assieme alla A.

Il riferimento non è casuale: sul weekend, come da consolidata tradizione fin dai tempi di Ighina, incombe l’incognita meteo. Al momento il rischio pioggia riguarda in particolare la giornata di venerdì, che quest’anno eccezionalmente ospiterà le qualifiche (alle 17), oltre a una sessione di prove libere (13.30), per la quale la prevendita sta andando insolitamente forte rispetto alle tradizioni. Il sabato sarà invece quasi un unicum per la stagione della Formula 1, perché vedrà disputarsi la Sprint Race (16.30), che si svolge in soli altri due circuiti, e perché il programma è comunque ricco di appuntamenti imperdibili con la seconda sessione di prove della Formula 1 (alle 12.30) e le prime gare di Formula 2 e Formula 3 .

I biglietti sono acquistabili esclusivamente sul sito internet Ticketone.it e nei punti di vendita autorizzati Ticketone sul territorio nazionale. Nessuna biglietteria è aperta in Autodromo. A spingere le prevendite, oltre all’attesa per il ritorno del Circus in riva al Santerno per la prima volta a porte aperte dal 2006, c’è chiaramente la Ferrari tornata grande protagonista. La scuderia del Cavallino arriva infatti a Imola da prima della classe e, secondo gli addetti ai lavori, probabilmente favorita sul circuito intitolato al Drake e a suo figlio Dino. E questo in virtù del fatto che la prima gara Sprint della stagione dovrebbe lasciare quasi inalterati i rapporti di forza per via del minor tempo da dedicare agli sviluppi in pista con il nuovo format.

La Ferrari arriva a Imola con un Charles Leclerc capace di far già sognare i tifosi. Il pilota monegasco, rapinato del suo Rolex nella serata di Pasquetta a Viareggio, non si lascia però andare a facili entusiasmi. E a chi gli fa notare che, come già accennato, la scuderia di Maranello potrebbe avere dei vantaggi dalla gara Sprint di sabato con le qualifiche di venerdì che toglieranno tempo e spazio ai team per provare aggiornamenti nelle uniche due sessioni di libere previste, risponde serafico.

"Avevo completamente dimenticato che lì abbiamo una gara sprint – assicura Leclerc –. Ci sono molte cose che per noi saranno piuttosto pazze ad Imola. Se andrà bene per noi o no, così come se andrà bene anche per la F1 in generale, non lo so. Non so se ci favorirà. Penso che avremo la risposta dopo il weekend. Con queste nuove F1 forse è un pò più facile seguire chi ti precede quindi speriamo di avere una gara sprint ed un Gp entusiasmanti".

Il Gran premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna (questo il nome completo della gara che ha in Rolex il suo sponsor principale) sarà trasmesso in diretta anche in chiaro su TV8, che per la prima volta rispetto al passato trasmetterà pure le qualifiche in programma venerdì. Lotta per la pole che determinerà la griglia sia della gara Sprint di sabato che quella del Gp vero e proprio domenica, con il semaforo che in quest’ultimo caso si accenderà alle 15.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?