IF, oltre un milione di fatturato. L’alluvione non frena il bilancio

Il 2023 si chiude in positivo per la società di promozione turistica Imola-Faenza, partecipata dal Con.Ami

IF, oltre un milione di fatturato. L’alluvione non frena il bilancio

IF, oltre un milione di fatturato. L’alluvione non frena il bilancio

Bilancio ampiamente positivo, nonostante l’alluvione che ha cancellato il Gran premio di Formula 1 e messo ko la Ciclovia del Santerno, per la società di promozione turistica IF - Imola Faenza. La compagine partecipata al 38,40% dal Con.Ami archivia infatti il 2023 con un utile di 374mila euro. E soprattutto, per il secondo anno consecutivo, ha superato (seppur di soli 57mila euro) il milione di euro di fatturato ("E ci sono attualmente tutte le premesse per ottenere il medesimo risultato anche nel 2024", sottolineano dalla società).

Perché oltrepassare tale asticella, cosa che avvenuta in media nell’ultimo triennio, è tanto importante per IF? Perché trattandosi di una società a partecipazione pubblica, sotto il milione di euro di fatturato scatterebbe per Con.Ami l’obbligo di cederne le quote in ossequio alla legge Madia. E già in passato, su questo punto, la Corte dei conti è stata chiara.

Ora però il pericolo, almeno nell’immediato, è scongiurato. E i vertici di IF mettono in evidenza il "ruolo sempre più significativo che hanno assunto i ricavi derivanti dai servizi e dalle attività legate all’Autodromo, passati dai 57mila euro del primo bilancio della società ai 331mila euro dello scorso anno". In questo senso, i tour organizzati all’Enzo e Dino Ferrari nel 2023 sono sempre stati sold-out, con circa tremila persone coinvolte (di cui il 68% stranieri) tra visite guidate e attività legate al circuito.

"IF ha mantenuto il suo ruolo centrale nell’area accoglienza grazie al presidio del territorio con cinque info point turistici e oltre 194mila visitatori accolti – rimarcano dalla società –. A questi si aggiunge la gestione di welcome desk in occasione di eventi di portata nazionale e internazionale".

Quanto alle prospettive per il 2024, i primi tre mesi dell’anno "hanno registrato un trend molto positivo rispetto ai mesi analoghi del 2023, sia in termini di movimentazione turistica, sia per quanto concerne il fatturato, mostrando ulteriori opportunità di crescita", avvertono da IF.

Tra gli obiettivi di medio periodo, secondo i vertici della società di promozione turistica "rimane fondamentale proseguire nello sviluppo e nella commercializzazione del prodotto outdoor, confidando che nel prossimo biennio saranno ripristinate tutte le infrastrutture danneggiate dagli eventi del maggio scorso". Quanto all’Autodromo, l’idea è quella di "consolidare sempre più la messa in rete di ruoli e funzioni con Formula Imola" per "pianificare in sinergia l’ampliamento dell’offerta, la realizzazione di azioni sempre più incisive e ottimizzare le risorse", fanno sapere dalla società.

"L’impegno verso l’innovazione, la qualità dell’offerta turistica e la soddisfazione dei visitatori rimangono al centro", commenta la direttrice di IF, Marcella Pradella, mentre nelle parole del presidente Gianfranco Montanari la società "ha raggiunto un eccellente livello di operatività e di solidità che sono il risultato del lavoro fatto in questi anni".