Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

"Criminalità nei cantieri" Il viaggio degli studenti

Focus su infiltrazioni e sfruttamento: il progetto "Tra le macerie" dell’Università

Un edificio crollato dopo il terremoto del 2016 (foto Pierpaolo Calavita)
Un edificio crollato dopo il terremoto del 2016 (foto Pierpaolo Calavita)
Un edificio crollato dopo il terremoto del 2016 (foto Pierpaolo Calavita)

Il caporalato e le infiltrazioni criminali nei cantieri per le Sae dei terremotati son stati al centro di un ciclo di lezioni interdisciplinari, finanziato dall’Università di Macerata e curato dagli studenti delle associazioni Libera, Elsa Macerata e Officina Universitaria. Le lezioni, sul tema "Tra le macerie", hanno riguardato le procedure di appalto e le situazioni attuali di sfruttamento dei lavoratori, molto più diffuse e vicine di quanto si pensi. In particolare, con la Cgil di Macerata è stato analizzato il caso dei cantieri Sae nel cratere sismico, da cui sono partiti due processi e un’altra inchiesta è ancora in corso. I professori Stefano Villamena, Raffaella Coppier, Ninfa Contigiani, Marco Omizzolo e Roberto Acquaroli hanno analizzato il fenomeno dal punto di vista storico, sociologico e giuridico. Al termine degli incontri, i partecipanti sono stati chiamati a redigere un articolo sul tema. Gli elaborati sono stati giudicati dai docenti Stefano Villamena e Ninfa Contigiani. Oggi alle 18 al cinema Italia ci sarà l’appuntamento conclusivo, con interviste, video girati proprio nei cantieri della ricostruzione e ospiti chiamati a portare la loro esperienza in materia di sfruttamento del lavoro. Ecco i migliori due lavori firmati dagli studenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?