Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

"L’ex sede dei licei chiave di rilancio"

Il progetto di ’Tolentino Popolare’: è possibile riportare in auge il centro con un punto di aggregazione

lucia gentili
Cronaca
Il capolista Alessandro Massi
Il capolista Alessandro Massi
Il capolista Alessandro Massi

di Lucia Gentili

"L’ex sede dei licei, in piazza dell’Unità, è la chiave di volta per il rilancio del centro di Tolentino, in virtù della sua posizione baricentrica". E’ l’ex Filelfo secondo la squadra di Tolentino Popolare che, per conto della coalizione a sostegno di Mauro Sclavi, ha illustrato il progetto per lo stabile (conosciuto anche come ex Orfanotrofio). L’idea è stata annunciata nel corso della presentazione di Tolentino Popolare dal capolista Alessandro Massi con il prospetto in mano. "Vogliamo trasformare l’ex sede dei licei in un luogo legato ad attività per il tempo libero, un punto di ritrovo e aggregazione, soprattutto per i giovani – spiega il gruppo –, in cui questi possano trovare spazi adeguati attività culturali, sociali e ludiche, ma anche attività di bar e ristoranti. Verranno rivisti perimetro e struttura dell’edificio, nel rispetto dei vincoli storici ed architettonici, al fine di creare un ambiente accogliente e innovativo. L’accesso a tutto il complesso non sarà più unico da piazza dell’Unità, ma saranno aperti diversi accessi anche da piazza Piccinino e via Vasari, in modo tale da incentivare l’utilizzo dei cortili e delle piazzette interne. Lungo il muro di cinta verranno create delle aperture di passaggio pedonale per consentire una permeabilità verso via Parisani e verso i negozi. Il cortile diventerà così uno spazio aperto da adibire a luogo di ritrovo, zona per tavoli all’aperto ed area a beneficio della socialità". Ad esempio, i piani superiori come sede di associazioni; passaggi pedonali coperti, ma anche bottega del terzo settore con servizi, coworking e caffetteria; il muro di cinta aperto in diversi punti lungo via Parisani diventerebbe un "diaframma" verso la città con cortili e piazzette collegate come spazi di aggregazione per i giovani. "Il Filelfo non sarà più una scatola chiusa ma un contenitore aperto, flessibile e versatile che ospiterà associazioni, spazi per i giovani ma anche botteghe di piccolo artigianato – affermano da Tolentino Popolare –. L’edificio sarà costruito su misura per le esigenze del cittadino che vuole recuperare il rapporto con il centro storico, del giovane che vuole tornare a incontrarsi, del turista che cerca accoglienza e spazi in cui rilassarsi o ristorarsi dopo una visita. La nostra coalizione e il candidato sindaco Sclavi applicano una politica di ascolto e risposta verso i cittadini, totalmente diversa dal modo denigratorio e rancoroso del duo Pezzanesi-Luconi. Tolentino cambierà insieme alla città, ripartendo proprio dal centro".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?