I cuccioli sono stati affidati ai volontari del canile e dell’associazione Argo
Macerata, 12 gennaio 2020 – Il guaito di tre cuccioli ha richiamato l’attenzione di un passante, che era andato a buttare via il sacchetto dell’immondizia e tutto pensava meno che di trovarsi di fronte a una scena del genere. Tra i sacchetti, infatti, erano stati gettati anche tre cuccioli di cane appena nati, tanto che avevano ancora parti della placenta addosso. Un gesto incivile che qualcuno senza un minimo di amore per gli animali ha pensato di potere fare, approfittando di alcuni bidoni in una strada poco frequentata.
I cuccioli (uno bianco e due marroni), infatti, sono stati gettati in un bidone dell’umido in contrada Valle, a Piediripa, e lì sono rimasti finché un residente non ha sentito i loro lamenti e ha allertato l’Asur.
Il servizio veterinario ha raccolto i cuccioli, che ora sono stati affidati ai volontari del canile e dell’associazione Argo. "I cani sono troppo piccoli per essere portati in canile – racconta Barbara Vittori , presidente della Meridiana, che gestisce il canile comunale –, per questo sono stati affidati ad alcuni volontari dell’associazione Argo, che li dovranno svezzare (nella foto)". Oltre che un gesto incivile, abbandonare i cani, o peggio gettarli in un bidone come fossero spazzatura, è anche un reato, per questo l’assessore Narciso Ricotta ha interessato i vigili urbani, per verificare se nella zona ci sono delle telecamere che possano aiutare a risalire all’autore di questo gesto.
"Si tratta di un gesto barbaro e inaccettabile – continua l’assessore –. Se non si possono tenere dei cuccioli, si dovrebbe pensare a sterilizzare gli animali, oppure rivolgersi a qualche associazione che possa offrire un aiuto, ma mai fare gesti del genere che perseguiremo in ogni modo".
Come se non bastasse, l’altra notte, qualcun altro ha pensato bene di lasciare uno scatolone con otto cuccioli davanti alla sbarra della strada di accesso del canile comunale. "Li ha trovati un nostro operatore stamattina (ieri, ndr), quando è andato ad aprire la struttura – continua la presidente Vittori –. Per fortuna, almeno questi cuccioli sono stati svezzati, hanno circa un mese e ora sono al caldo sotto una lampada riscaldante. Ma abbandonarli così, con le temperature di questi giorni, poteva avere conseguenze molto più gravi. Per questo, il nostro appello è ad avere un minimo di umanità, perché lasciare dei cuccioli in un cassonetto vuol dire volerli uccidere e questo non può essere accettato. Abbandonare gli animali è un reato e siamo stupiti che, nel 2020, ci siano ancora certi gesti incivili".
Chiara Sentimenti