Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Ristoranti e negozi, prove di rilancio in centro

Da corso Cavour a via Garibaldi, le scommesse di giovani commercianti. Lo chef Biagiola pronto ad aprire al posto dello storico "Secondo"

chiara sentimenti
Cronaca

di Chiara Sentimenti

Nonostante il momento difficile imposto prima dal Covid e ora dalle incertezze, soprattutto economiche che pesano sulle tasche delle famiglie, c’è chi non si arrende e prova a rilanciarsi in nuove attività. Ha aperto da una decina di giorni il bar-ristorante "Da Sofì" in corso Cavour. Un locale su tre piani, di cui l’ultimo adibito a cucina, che passa dalle colazioni, al pranzo, alla cena. "Ho vissuto per molti anni a Camerino, ma ho scelto Macerata per aprire la mia attività perché credo che ci sia un buon movimento – racconta Sally Amakhmakh –. Ho guardato diversi locali, ma poi ho scelto corso Cavour perché mi si è presentata una buona occasione. I lavori sono andati avanti un po’ più del previsto, perché solo il piano terra era originariamente adibito ad attività commerciale, per cui ho dovuto allestire anche gli altri due con la cucina, i bagni a norma per l’accesso di persone disabili. Adesso siamo partiti e, dalla prossima settimana, introdurremo anche le colazioni, poi siamo aperti a pranzo e cena e, oltre alla cucina italiana, propongo anche quella araba". In via Garibaldi, invece, Fabiana Spasiano ha aperto il suo primo negozio di abbigliamento "Pink love". "Molte persone mi hanno detto che ero matta ad aprire un’attività in questi mesi con il Covid e tutte le incertezze che ha portato – racconta la ragazza di origine napoletana, ma residente a Macerata da molti anni –, altri che ero molto coraggiosa. Ma io volevo aprire questa attività, ero determinata e l’ho fatto. È il mio primo negozio, prima ho fatto per alcuni anni l’estetista, ma il mio sogno era aprire un negozio. Ho cercato dei locali in centro, perché credo che sia una delle zone più belle della città e via Garibaldi mi piaceva molto. Ho scelto un prodotto che si rivolge in particolare alle studentesse universitarie perché, secondo me, mancava". Ha aperto a febbraio la pizzeria "Napoli’s" in vicolo Sferisterio. Bisognerà, invece, aspettare ancora una decina di giorni almeno per l’apertura di "Signore te ne ringrazi" dello chef Michele Biagiola, al posto del ristorante "Da Secondo". "Stiamo terminando alcuni lavori interni – spiega lo chef –, ma per gli appuntamenti che ci saranno a maggio, come "Macerata racconta" (dal 2 all’8 maggio, ndr), vogliamo essere pronti". Sempre in tema di cibo, infine, riapriranno in autunno gli ex locali del ristorante "Quanto Basta" in via Gramsci, grazie allo chef Piero Pallotta, che ha presentato la migliore offerta di gestione rispondendo al bando proposto dal Comune.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?