Sferisterio 2021, Minghetti con Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (Foto Calavita)
Sferisterio 2021, Minghetti con Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (Foto Calavita)

Macerata, 23 luglio 2021 - "Cento per cento emozione. Sono andato a salutare i cantanti e tornando indietro ho visto il pubblico che stava salendo nel loggione ed è stato un tuffo al cuore. Stasera ci siamo tutti e sentiamo l’energia e la forza di questa città che ha un cuore davvero grande e arriva a questo traguardo con tanta partecipazione e pronta a ripartire ancora più veloce di prima". L'emozione è quella del sovrintendente Luciano Messi che all'ingresso dello Sferisterio regala sorrisi e stringe le tante mani degli ospiti pronti ad entrare alla prima dell'Aida che, questa sera, ha aperto la stagione del centenario del Macerata Opera Festival. Tra loro anche il tre volte premio Oscar Dante Ferretti, accompagnato dalla moglie Francesca Lo Schiavo, che si è intrattenuto con il sindaco in un simpatico siparietto prima dell'ingresso.

"Tu secondo me hai la faccia da sindaco", gli ha detto. "Allora ci penserò", ha risposto Parcaroli. Alla prima dell'Aida anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che si è accomodato in uno dei palchi centrali. "Mi sono fatto i miei 500 chilometri per arrivare da Milano perché Macerata e lo Sferisterio lo meritano. Sono molto contento di essere qui". Ma il debutto della stagione lirica è stato, come sempre, un tripudio di selfie con il magico sfondo dell'arena e di abiti eleganti. In particolare le signore non hanno disdegnato l'oro, colore scelto dalla stagione del centenario. Felice ed emozionato anche il sindaco Parcaroli, accompagnato dalla moglie.

"Sono emozionato perché di solito venivo come imprenditore - ha detto -, mentre oggi sono qui da sindaco per assistere a una serata molto importante che apre la stagione del centenario. Non sono un intenditore, ma mi piace ascoltare tutte le opere, sentire gli applausi e godere dell'atmosfera unica che solo lo Sferisterio ci regala". Tra gli ospiti anche l'ambasciatore austriaco in Italia, Jan Kickert, accompagnato dal presidente della Provincia Antonio Pettinari e il cardinale Mario Grech, segretario generale del Sinodo dei vescovi, arrivato insieme al vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi. In prima fila anche il governatore Francesco Acquaroli che ha voluto ricordare l'importanza della cultura come "valore di riferimento su cui ispirare il futuro".