Modena, 22 ottobre 2019 - Un cadavere carbonizzato è stato rinvenuto all’interno di un’auto bruciata, una Fiat Panda, intorno alle tre del mattino in via Caruso (foto), non lontando dall'inceneritore e da dove a inizio anno è stato rinvenuto il corpo, sempre bruciato, di Ghizlan El Hadraoui. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco. Nessuna ipotesi viene al momento esclusa. A quanto pare le fiamme si sarebbero sviluppate proprio in via Caruso. Al lavoro gli uomini della scientifica (video).  

AGGIORNAMENTO Carbonizzato in auto, mistero in via Caruso

image

Potrebbero essere di un uomo, 61enne, italiano e residente Sassuolo i resti carbonizzati. A questo identikit portano le indagini dei carabinieri, coordinati dal pm Monica Bombana. Per avere la conferma serviranno accurati esami sui resti stessi rinvenuti. Pare, anche, che l'uomo che risponde all'identità tracciata dagli inquirenti ospitasse delle prostitute nella sua abitazione sassolese. Per il momento la procura avrebbe aperto solo un fascicolo conoscitivo sull'accaduto.  

"L'intervento per un'auto in fiamme è stato fatto circa alle 3 del mattino - ha detto il maggiore dei carabinieri Vito Ristallo (video) -, quando siamo arrivati sul posto il corpo alla guida del mezzo era già completamente carbonizzato. Stiamo ultimando i rilievi tecnici, esamineremo anche le telecamere della videosorveglianza".

false