Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 mag 2022

"Corso Roma, limitate i disagi per i negozi"

L’appello in vista del cantiere. Poletti: "Necessarie modifiche. ai parcheggi. I lavori siano. sospesi per le feste di Natale"

1 mag 2022
Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga
Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga
Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga
Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga
Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga
Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga

Manca una settimana all’inizio del cantiere in corso Roma, volto alla pedonalizzazione e riqualificazione, partendo appunto dalla pavimentazione. L’avvio è previsto per lunedì 9 maggio: si inizierà con la realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale propedeutica all’allestimento del cantiere, che avverrà gradualmente con modalità da concordare con il coordinatore della sicurezza e la direzione lavori. Per quanto riguarda l’importo dell’intervento, il costo complessivo è 975mila euro; la Porfirea srl di Sassuolo è la ditta individuata per l’esecuzione dei lavori, con un importo contrattuale di circa 750mila euro. Salvo imprevisti, la durata del cantiere è stimata in sette mesi, con l’obiettivo di concludere i lavori entro Natale. In vista dell’inizio del cantiere, l’amministrazione ha promosso due incontri con residenti e titolari di attività commerciali della zona, alla presenza dell’assessore Marco Truzzi e dei tecnici, per illustrare le modifiche alla viabilità. "Uno si è svolto mercoledì e uno venerdì – spiega Paola Poletti, titolare del negozio La Casalinga, portavoce delle istanze dei colleghi del Corso –. Abbiamo presentato le nostre istanze: ad esempio quella di dividere il cantiere in due, a livello longitudinale, questo per garantire un accesso agevolato alle biciclette e ai mezzi di soccorso, visto come sono stretti i nostri marciapiedi. Durante il primo incontro sono emersi non solo quelli che possono essere i disagi, che sono soprattutto dei residenti, ma soprattutto quelli che sono i danni economici che sono di noi commercianti tenuto conto che veniamo dal periodo post pandemia cui si aggiungono i disagi legati alla guerra in Ucraina. Non c’è un atteggiamento di chiusura da parte nostra: siamo consapevoli che corso Roma con questo intervento acquisterà valore, nell’ottica della riqualificazione del centro storico". "Un altro punto che abbiamo fatto valere è quello relativo ai parcheggi: abbiamo chiesto all’assessore di portare gli stalli di via Catellani e via Garagnani a disco orario o a zona blu. Non solo: che i parcheggi di piazzale Baracchi (in zona cimitero dove sostano i camper) nella parte più adiacente al centro storico siano parimenti portati a disco orario o a zona blu, per garantire un turnover delle macchine". Altra questione è legata ai tempi: "Ci hanno detto che confidano di terminare il cantiere entro Natale: ma per noi commercianti Natale non è il 25 dicembre ma inizia dal 15 novembre. Quindi chiediamo ci sia una chiusura temporanea del cantiere, di ‘soprassedere’ dal 15 novembre al 6 gennaio, perché non possiamo permetterci di perdere questo tempo a livello commerciale.

Attendiamo una risposta, dispiaciuti che non fosse presente agli incontri l’assessore al centro storico Stefania Gasparini".

Maria Silvia Cabri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?