Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

"Parco Ducale, degrado e fontana sporca"

Pavullo, l’ex assessore all’Ambiente Camatti attacca la giunta. La replica: "Al via un progetto di ripristino"

La Fontana dei pesci al Parco Ducale di Pavullo è piena di alghe e rami spezzati Polemiche sui social, il Comune promette interventi entro la fine della settimana
La Fontana dei pesci al Parco Ducale di Pavullo è piena di alghe e rami spezzati Polemiche sui social, il Comune promette interventi entro la fine della settimana
La Fontana dei pesci al Parco Ducale di Pavullo è piena di alghe e rami spezzati Polemiche sui social, il Comune promette interventi entro la fine della settimana

"La gente mi telefona perché la città è in uno stato di abbandono. Per quanto riguarda il Verde, ad 8 mesi dalle elezioni non è stata pulita nemmeno una scolina". Questa la prima analisi sull’operato dell’Amministrazione Venturelli da parte dell’ex assessore all’Ambiente ed attuale capogruppo della Lega di Pavullo Eros Camatti. Casus belli, nel giorno di Pasquetta, una foto apparsa sui social della Fontana dei pesci, nel cuore del Parco Ducale, ancora in ‘tenuta invernale’, senza i pesci e, più che altro, senz’acqua zampillante, con la vasca piena di alghe e rami spezzati. Alle porte dell’estate, con i paesi di montagna pieni di turisti per le festività pasquali, "dispiace molto vedere tutto questo", ha scritto un cittadino. Sul punto si sofferma dunque Camatti, spiegando i problemi tecnici della storica fontana ed ampliando le critiche sull’attuale gestione del Verde: "Nella Fontana dei pesci è necessario effettuare degli interventi precisi di manutenzione. Ma questa è solo la punta dell’iceberg di molti altri problemi. Ad 8 mesi dall’insediamento ancora non si è mosso nulla di quanto scritto di bello nelle linee programmatiche. La città è più sporca e c’è degrado, basta guardare vicino ai cassonetti e anche le aiuole non vengono curate. Il Parco Ducale è stato lasciato lì, così come il trasandato Paradiso dei Pini che avrebbe le potenzialità per diventare un parco a tema. Ad oggi – nota Camatti – in quel posto ci sono brutte frequentazioni. C’è bisogno di cura: va bene il nuovo regolamento che facilita l’aiuto da parte dei volontari, ma attenzione che servono attrezzature costose e anche qualcuno che segua gli interventi. Io nel mio mandato mi facevo carico di seguirli e ne ho effettuati diversi anche personalmente. Non a caso il mio slogan recitava: ‘il mio ufficio sono i cantieri’".

Non tarda ad arrivare la replica della vicesindaco Claudia Piacentini, con delega al Verde: "Nella Fontana dei pesci possibilmente entro la fine della settimana interverranno i tecnici, come ogni anno, per pulirla e ripristinarla. Per quello che riguarda il Parco Ducale, sta partendo un progetto di 2 stralci di lavori importanti sulla parte alta (Sassone e Monte dei Frati), con un ripristino del verde, dei viali e dell’illuminazione. Nel boschetto accanto al Pinone abbiamo già fatto importanti opere di ripristino; una decina di giorni fa il vento ha troncato una sequoia e sono subito intervenuti i tecnici specializzati. Quindi gli interventi stanno andando avanti in tutto il comune: ai Treppi di Coscogno (5 anni che mancava la manutenzione) e in 3 parchi pubblici (Serra di Porto, via Pietri, Gaiato). Inoltre, siamo in attesa dell’esito della partecipazione a un bando Pnrr di 2 milioni di euro per la Pineta ed è in cantiere il ripristino dell’area degradata della bocciofila accanto al Paradiso dei Pini, un parco di cui siamo tornati a farci carico della pulizia dopo 2 anni".

E sul nuovo regolamento che facilita il volontariato dei cittadini attivi: "Non possono di certo sostituire i dipendenti comunali, ma avranno il compito di prendersi cura delle aree comuni".

Riccardo Pugliese

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?