Sassuolo agli ordini di Grosso dal 7 luglio. Poi la partenza per il ritiro in Trentino

Il Sassuolo inizia la stagione con il ritiro a Ronzone in Trentino. Visite mediche dal 3 al 5 luglio, allenamenti con Grosso dal 7 luglio. Maxime Lopez torna ma potrebbe lasciare.

Sassuolo agli ordini di Grosso dal 7 luglio. Poi la partenza per il ritiro in Trentino

Sassuolo agli ordini di Grosso dal 7 luglio. Poi la partenza per il ritiro in Trentino

Comincia domenica 7 luglio la stagione del Sassuolo. La società neroverde ha infatti ufficializzato ieri le date che scandiranno il periodo di preparazione estiva, il cui perno centrale è senza dubbio il ritiro che i neroverdi effettueranno a Ronzone, in Trentino, dal 9 al 14 luglio. I giocatori, tuttavia, saranno precettati qualche giorno prima, con le visite mediche previste, dal 3 al 5 luglio, presso il Centro Ricerche Mapei Sport di Olgiate Olona. Da domenica 7 luglio, invece, presso il Mapei Football Center, la squadra comincerà a lavorare agli ordini del nuovo tecnico Fabio Grosso e continuerà ad allenarsi al centro sportivo di Sassuolo fino alla mattina di martedi 9 luglio, giorno in cui sono previsti i test Mapei. A seguire la partenza per Ronzone, località della Val di Non già teatro, le stagioni scorse, del ritiro di Palermo e Spezia, che il Sassuolo ha scelto dopo qualche anno trascorso in quel di Vipiteno. Poco meno di 500 abitanti, Ronzone è un’apprezzata meta turistica, forte di una collocazione invidiabile all’interno di una delle valli più iconiche del Trentino. Duecentoquarantasei i chilometri che lo separano da Sassuolo, per un tempo di percorrenza stimato tra le due ore e mezzo e le tre ore. In quota il gruppo di Fabio Grosso sosterrà anche alcune amichevoli, il cui calendario verrà diffuso a tempo debito dalla società neroverde. Che, giusto aggiungere, chiude la primissima fase di mercato (quella legata ai riscatti) liberando i giocatori nei confronti dei quali era titolare di diritti, e ritrova Maxime Lopez, che non è stato riscattato dalla Fiorentina. Il suo ritorno a Sassuolo, tuttavia, è solo provvisorio: il giocatore, che potrebbe comunque tornare a Firenze a seguito di una revisione dell’accordo che lo aveva portato in viola, aveva già puntato i piedi, e non senza fare qualche polemica di troppo, la scorsa estate per lasciare Sassuolo, ed è impensabile resti con la squadra in serie B.

s. f.