Un adeguamento delle tariffe dei Taxi, che prevede tuttavia contestualmente una scontistica predefinita per pensionati, studenti, diversamente abili e per le corse da e per l’ospedale cittadino. Lo prevede una delibera che va a modificare le tariffe in vigore, al termine di un percorso di incontri con la delegazione dei tassisti, che ha visto l’amministrazione comunale ‘sposare’ le legittime rivendicazioni dei tassisti stessi, il cui tariffario era fermo, di fatto, dal secolo scorso, per l’ovvio disappunto della categoria. "Le tariffe dei taxi – spiega l’assessore al Commercio Massimo Malagoli – erano ferme al 1992 e dovevano essere aggiornate quantomeno per rimanere in linea con gli altri comuni. Nel farlo, però, abbiamo volutamente inserito agevolazioni, con sconti del 10%, per alcune fasce della popolazione più fragili, come anziani o disabili, ma anche per studenti e per il tragitto da e verso l’ospedale".

Tra le nuove tariffe spiccano gli aggiornamenti della corsa minima, che sale a 7 euro, da 5, se effettuata di giorno e a 9 euro se di notte e un chilometro urbano costerà ora 1,20 euro.