Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 lug 2022
1 lug 2022

Concerto di Ultimo, la Finanza sequestra gadget contraffatti

Denunciate due persone a Modena, vendevano sciarpe e bandane illegali

1 lug 2022
I fan di Ultimo
I fan di Ultimo
I fan di Ultimo
I fan di Ultimo

Modena, 1 luglio 2022 -Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Modena in occasione del concerto del giovane cantautore Ultimo, che si è esibito presso lo stadio Braglia di Modena, primo concerto tenutosi in città dopo il periodo della pandemia, ha predisposto un piano straordinario di controlli volti a prevenire e reprimere le condotte illecite in materia di contraffazione a tutela del materiale promozionale e del merchandising di cui il noto artista è titolare di marchi depositati. I Finanzieri del Gruppo di Modena, con l’ausilio di personale della società detentrice del marchio del cantante, hanno effettuato controlli fino alla conclusione dell’evento che hanno consentito di denunciare all’autorità giudiziaria di Modena 2 campani, gravati da precedenti penali specifici, per il reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi (che prevede fino a quattro anni di reclusione e multe fino a 35.000 euro) e di sottoporre a sequestro circa 150 gadget (sciarpe, bandane) abilmente contraffatti nonché 1.200 euro circa, profitto della vendita del materiale contraffatto.

Il concerto ha impegnato anche la polizia, che ha effettuato controlli nella zona dello stadio e del Novi Sad, identificando decine di persone. L’attività, coordinata dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ha visto il concorso della Squadra Volante, e di cinque equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato.

Effettuate verifiche, estese agli avventori, anche presso due esercizi pubblici.

Il dispositivo ha identificato complessivamente 116 persone e controllato 48 automezzi. Predisposti otto posti di controllo per il monitoraggio dei flussi in ingresso ed uscita dalla città. Non sono state rilevate particolari criticità.

C’è anche la meticolosa organizzazione dei soccorsi sanitari tra le componenti che hanno decretato l’ottima riuscita del concerto di Ultimo ieri sera allo stadio Braglia di Modena. In particolare, all’interno e all’esterno dello stadio erano dislocate 2 ambulanze, 2 Punti medici avanzati, 2 coordinatori 118 con 4 infermieri, 2 squadre dotate di barella con ruote e 14 squadre di soccorritori equipaggiati con defibrillatore, zaino di soccorso e barella a cucchiaio, con il compito di intervenire e, in base alle condizioni cliniche del paziente, trasportare la persona presso uno dei due Punti medici avanzati allestiti fuori dallo stadio o nei casi di maggior gravità richiedere l’intervento di medico e infermiere sul posto.

Durante tutta la durata dell’evento sono stati circa 59 gli interventi effettuati, che hanno riguardato in gran parte patologie minori, vale a dire lievi malori dovuti alle alte temperature e alla disidratazione. Nessuno è stato trasferito in ospedale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?