I carabinieri hanno denunciato i due minorenni per concorso in furto aggravato
I carabinieri hanno denunciato i due minorenni per concorso in furto aggravato

Pesaro, 9 luglio 2020 - Due minorenni esperti in furto di materiale elettronico vengono scoperti e denunciati e i genitori sconcertati e ignari dell’accaduto si offrono per ripagare il danno al negozio. E’ andata male a due ragazzini che giorni fa hanno rubato all’interno di uno store di Pesaro. I due, che insieme non raggiungono i trentacinque anni di età, sono entrati come normali clienti ma insospettendo i dipendenti.

I due si sono messi l’uno a fianco dell’altro, hanno raggiunto l’espositore dei devices elettronici, dispositivi usati nel campo dell’informatica, che erano in vendita e si sono allontanati. Ma lo hanno fatto in modo un po’ troppo disinvolto e tale da far sorgere ai dipendenti dello store il forte sospetto che avessero combinato qualcosa. II personale del negozio ha quindi chiamato il numero di pronto intervento 112. Subito sono arrivati i Carabinieri della Stazione di Vallefoglia, già in zona nell’ambito di un servizio di prevenzione, che hanno trovato uno dei due ragazzini che ancora era nei pressi del negozio, mentre il complice si era dato alla fuga. La refurtiva era nello zaino e consisteva in alcune periferiche elettroniche esterne ed una bottiglia di un superalcolico, per un valore di circa 350 euro in tutto.

I militari hanno subito ricostruito i fatti ed hanno avviato i primi importati accertamenti, tanto da giungere, anche con la collaborazione dei carabinieri di Borgo Santa Maria e del personale dello store, alla rapida individuazione del complice, che nel frattempo si era allontanato dal luogo in cui era avvenuto il furto. A quel punto i carabinieri hanno approfondito le indagini per capire nei dettagli cosa fosse successo all’interno dello store, con risultati sorprendenti.

Grazie alla visione dei filmanti, nei giorni precedenti, di alcune telecamere interne ed esterne all’esercizio, i militari hanno scoperto che parte della merce era stata rubata nello stesso negozio tempo prima. I due giovani sono stati quindi denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Ancona per il concorso in furto aggravato. Nel frattempo i genitori del minore fermato dai carabinieri, sono venuti a sapere di quanto accaduto e si sono offerti per risarcire il negozio per il danno subito.