Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

La spesa bio si fa con l’app. E arriva in bici

È una delle imprese giovani protagoniste di ‘Digitalents’: frutta, verdura e tanto altri si ordinano on line e vengono portate a casa

Alessandra Micozzi, docente di Ingegneria gestionale alla Politecnica delle Marche, è tra le fondatrici dell’azienda. Sotto, Enrico Battistelli, tra i promotori di Digtalents
Alessandra Micozzi, docente di Ingegneria gestionale alla Politecnica delle Marche, è tra le fondatrici dell’azienda. Sotto, Enrico Battistelli, tra i promotori di Digtalents
Alessandra Micozzi, docente di Ingegneria gestionale alla Politecnica delle Marche, è tra le fondatrici dell’azienda. Sotto, Enrico Battistelli, tra i promotori di Digtalents

Un mercato contadino online, dove acquistare prodotti biologici e del territorio da ricevere direttamente a casa. ‘Primo Raccolto’ è una start up di Fano nata nel 2020, durante il lockdown, ora ben avviata in provincia tanto da raccontare la sua storia nel progetto ‘Digitalents’. Si è fatta le ossa consegnando frutta e verdura da una casa all’altra. Le bici cargo di ‘Urbico’ girano tra le vie e portano la merce fresca direttamente al cittadino. Alessandra Micozzi, docente universitaria di Ingegneria gestionale all’Università Politecnica delle Marche, è tra le fondatrici dell’azienda. "Avevo appena finito un corso con i ragazzi su un’app che ottimizzava il trasporto e il recupero dei rifiuti organici. Poi, durante la pandemia, il signore che mi portava la verdura si era ritrovato a smettere di fare il mercato. Ogni mattina doveva disegnarsi la strada per consegnare i prodotti ai clienti", spiega la Micozzi. Così la sua idea è stata quella di rendere più facile il delivery a domicilio. Il mezzo per farlo è l’app. L’itinerario diventa invece la chiave per sviluppare la start up. Un risvolto tecnologico della chiusura obbligata in casa. Poi, "con il centro studi di Fano, che stava lavorando a una cosa simile, abbiamo deciso di unire le forze", prosegue. Un tocco di marketing, un pizzico di comunicazione ed ecco che l’idea si trasforma in realtà. Prima sul digitale e poi sull’asfalto. Un sito di e-commerce per ordinare la spesa e le bici che si muovono tra i sampietrini per consegnarla. Inizialmente solo a Fano, ora anche a Pesaro. Venti produttori del territorio mettono a disposizione frutta e verdura fresca, vino, birra, conserve e pasta. Tutto a chilometro zero, senza impatto ambientale nel trasporto. Il cittadino-cliente sceglie così giorno e orario ed ecco la consegna al portone, "una comodità pura", sentenza la Micozzi. Ora si espanderanno in altri comuni, anche quelli dell’entroterra, "portando i prodotti con un furgoncino elettrico", conclude. Associazioni sportive, albergatori, festival. Anche alcune di queste realtà hanno usufruito del servizio partito dal basso. Quando si dice, dall’idea al successo, grazie a una start up.

Nicholas Masetti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?