Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci
Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci

Pesaro, 19 gennaio 2016 - «L’intervento del presidente della Regione al consiglio comunale monotematico sulla sanità di lunedì scorso, a Fano, ci offre l’occasione per riaprire il dialogo sull’ospedale unico sviluppando un dibattito serio che approdi ad una decisione che può rappresentare una svolta storica per le nostre comunità». 

Così il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, a proposito degli elementi di novità contenuti nelle parole pronunciate pubblicamente da Luca Ceriscioli. «Ha detto che su Marche Nord non si torna indietro e che i soldi per il nuovo ospedale ci sono, o meglio, che la Regione li può trovare».

Pur dicendosi «profondamente rispettoso» del punto di vista del consiglio comunale fanese, Ricci non può fare a meno di sottolineare che Pesaro e Fano oggi hanno l’opportunità di «riprendere in mano le due ipotesi su cui si è sempre ragionato insieme, da luglio a novembre. Ovvero, realizzare il nuovo ospedale a Muraglia, e trasformare il Santa Croce in un nosocomio di eccellenza gestito in convenzione dai privati. Oppure tornare al progetto di Fosso Sejore, e dare Muraglia ai privati».

«Tutti sanno che sono le uniche opzioni percorribili. Si riparta da qui. Riprendiamo il filo, per decidere nel giro di poche settimane. Altrimenti non si risolverà nulla e la sanità provinciale continuerà ad andare ancora più indietro in tutte le classifiche» ha concluso Ricci.