La danza del leone
La danza del leone

Ravenna, 10 febbraio 2019 – Oltre duecento persone hanno festeggiato il Capodanno cinese (fotoal Mar – Museo d’arte della città di Ravenna, ieri pomeriggio, in occasione della prima edizione di ‘Cina in città’ a cura del centro culturale italo-cinese di Ravenna e dell’Asd Kung Fu Pak Hok Pai.

Tante famiglie sia italiane sia cinesi ne hanno approfittato per ‘salutare’ il 2019, anno del maiale, simbolo di stabilità, generosità e altruismo. Il ricco pomeriggio di iniziative è iniziato con una conferenza in un’affollata sala Martini, dove Wang Yunlong ha parlato di alcune delle più note tradizioni cinesi. Come quella delle lanterne rosse, a cui è dedicata una vera e propria festa, che vengono appese a tutte le porte durante la prima luna piena dell’anno nuovo.

O come quella della danza del leone e del drago, con cui si scacciano gli spiriti maligni. Una dimostrazione di tale tipo di danza è stata data nella grande sale del museo al secondo piano del Mar, seguita – nel corso del pomeriggio – anche da un’esibizione di kung fu tradizionale. Non sono mancati anche le musiche tradizionali cinesi a cura del Cssui di Ravenna e i laboratori di scrittura correlati a un’altra tipica usanza, quella di appendere le pergamene in coppia sul portone principale di casa con una frase di augurio.