Punta Marina, limone voodoo con spilloni recuperato sul bagnasciuga
Punta Marina, limone voodoo con spilloni recuperato sul bagnasciuga

Punta Marina (Ravenna), 21 agosto 2019 - Un autentico giallo. E non perché questo è il caratteristico colore dei limoni. Piuttosto perché quel limone infilzato con aghi di 5-7 centimetri, non si sa chi l’abbia meticolosamente confezionato né tanto meno a quale sinistro scopo. Di sicuro ora si trova nelle mani (in senso metaforico) dei carabinieri che lo hanno sequestrato contestualmente all’apertura di un fascicolo per getto pericoloso di cose, reato regolato dall’articolo 674 del codice penale e punito con l’arresto fino a un mese o con l’ammenda fino a 206 euro.

L’inquietante combinazione in questione, era infatti stata buttata in mare la mattina di lunedì scorso davanti a un frequentato stabilimento balneare di Punta Marina Terme. Qualsiasi bagnante che si fosse incamminato per il bagnasciuga, avrebbe cioè rischiato di rimanere infilzato da quegli aculei metallici. E invece per fortuna un testimone ha visto il momento del lancio – peraltro recuperando l’oggetto – e ha subito chiamato l’Arma, prontamente intervenuta con una pattuglia dalla vicina Stazione di Marina di Ravenna.

Secondo lo stesso testimone, il limone era stato scagliato da una persona di colore al momento non ancora identificata. In ogni caso, resta da chiarire il significato di quel marchingegno. E a scorrere le numerose pagine che internet offre in materia, le suggestioni non possono che amplificarsi. Certo, roba da medioevo della ragione ma che evidentemente ha un nutrito seguito. In Rete ad esempio ci sono sedicenti esoteristi che spiegano che con un limone, un nastro, gli spilloni e le parole giuste, è possibile lanciare il malocchio a chicchessia. A loro dire, funziona così: si avvolge il limone con il nastro e poi lo si infilza con gli spilli pronunciando alcune formule ritenute magiche; infine si getta tutto in mare: e quando il frutto marcisce, ecco che il malocchio agisce.

Facendo ricerche sul tema, vi accorgerete che è un fiorir di siti che decantano il potere di limone e spilli soprattutto nella magia d’amore con tanto di numero di aculei da usare (rigorosamente 13). Spingendo oltre la vostra ricerca, trovereste pure qualche analogia con taluni rituali vudù di culture africane e afroamericane. Pratiche impropriamente sfruttate, come emerso in casi di cronaca anche recenti, da organizzazioni criminali specializzate nella tratta delle donne. Solo suggestioni. Di sicuro c’è che chiunque, calpestando quel limone armato di spilli, si sarebbe fatto male.