Reggio Emilia, 2 luglio 2019 - Salgono a 29 gli indagati nell’inchiesta 'Angeli & Demoni', sul presunto scandalo degli affidi dei bambini e di un sistema illecito di servizi sociali scoppiato nella val d’Enza. Nel registro del sostituto procuratore Valentina Salvi si sono aggiunti i nomi di due ex sindaci: Paolo Colli e Paolo Burani, rispettivamente primi cittadini di Montecchio e Cavriago all’epoca dei fatti contestati.

Leggi anche La Ognibene si dimette dopo le polemiche - Gli altri indagati - Scosse elettriche per manipolare i piccoli

Entrambi sono accusati di falso ideologico, come il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, al quale è contestato anche l'abuso d'ufficio, arrestato una settimana fa e tuttora ai domiciliari. Quest’ultimo verrà sentito domani nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip così come altri psicologi e psicoterapeuti del centro studi Hansel e Gretel di Torino, accusati di praticare il “lavaggio” del cervello ai minori.

Le indagini proseguono e oggi gli inquirenti hanno ascoltato – come persone informate dei fatti – altri quattro amministratori: l’ex sindaco di Campegine, Paolo Cervi, l’ex sindaco di Gattatico Gianni Maiola, l’ex sindaco di Sant’Ilario Marcello Moretti e l’ex vice sindaco di San Polo, Edmondo Grasselli.