Riccardo Bellopede è con lo sposo, Michael Bertacchi (in primo piano)
Riccardo Bellopede è con lo sposo, Michael Bertacchi (in primo piano)

Crreggio (Reggio Emilia), 16 maggio 2021 - Un ragazzo di 18 anni che non c’è più, una famiglia e una comunità che non si dà pace e il dramma di uno sposo, un ragazzo che in uno dei giorni più importanti della sua vita, il matrimonio, ha perso l’amico del cuore. Fra l’altro il suo testimone, deceduto proprio durante la festa di nozze: "Riccardo era il mio migliore amico, l’ho visto crescere, sono stato quel fratello maggiore che lui non aveva". Michael Bertacchi è lo sposo, ha 24 anni e ha le lacrime agli occhi. Riccardo Bellopede, 18 anni, il suo miglior amico, il suo fratellino,il suo testimone, è morto l’altro pomeriggio a Magreta, nel Modenese.

Aggiornamento "Diploma alla memoria"

La vittima, Riccardo Bellopede, 18 anni, fotografato durante la festa di nozze

Pare che Riccardo sia corso sia corso verso il cancello esterno del luogo dove si stava celebrando la festa, forse per evitare un banale "gavettone". Purtroppo si è sporto verso la strada, proprio mentre transitava un furgone. Urto tremendo, non c’è stato nulla da fare. Un destino tremendo, una scena quasi surreale. Ora la salma di Riccardo è alla Medicina legale del policlinico di Modena, a disposizione della magistratura, che dovrà decidere se richiedere o meno l’autopsia.

L'incidente in cui è morto a 18 anni Riccardo Bellopede
"Riccardo era un ragazzo d’oro, generoso, sempre pronto ad aiutare gli altri – prosegue Michael, lo sposo, con un filo di voce– Aveva tanti progetti importanti. Non è giusto che sia accaduto proprio a lui. Cos’è successo l’altro pomeriggio? Di preciso non lo so. Ero distante dall’ingresso al momento dell’incidente. È successo tutto improvvisamente".

Il dramma ha colpito duramente Correggio, in particolare la comunità locale dei Testimoni di Geova, di cui la famiglia Bellopede fa parte. La stessa comunità si è stretta ai genitori della vittima: papà Luigi è operaio nel settore dell’edilizia, mamma Anna Maria è casalinga. Riccardo era il loro unico figlio. "Sono distrutti dal dolore, non riescono ancora a capire come possa essere successo. Erano presenti anche loro alla festa di nozze e sono accorsi subito sul luogo dell’incidente", confida un amico di famiglia.

Riccardo Bellopede (nel riquadro) è morto a una festa di nozze

Anche a scuola, nella classe quinta B Articolata del liceo Corso di Correggio, frequentata da Riccardo, i compagni ieri mattina non avevano parole e neppure più lacrime. Si sono radunati con i loro insegnanti e con la dirigente scolastica, Viviana Cattaneo, per cercare di farsi forza vicendevolmente in questo momento così duro. "Stavano preparandosi insieme all’esame di maturità – dichiara la professoressa Cattaneo – e questo dramma colpisce questi ragazzi in un momento molto delicato. Questa è una classe molto unita. Riccardo si era fatto voler bene da tutti". Anche i compagni di classe hanno voluto ricordare l’amico scomparso: "Non lo abbiamo mai visto abbattersi di fronte alle difficoltà. Anzi, si distingueva per la capacità autoironica, grazie alla quale lui stesso spesso rideva, ad esempio, del proprio disordine".
Ora si attende il nulla osta della magistratura per poter fissare i funerali.