Festa del borgo a San Giuliano

Rimini, 30 agosto 2018 - Non è solo una festa. E’ la celebrazione di un luogo tra i più cari ai riminesi. Federico Fellini adorava il borgo San Giuliano, che gli ha dedicato tanti murales. Ha quasi quarant’anni la Festa de’ borg (la prima si svolse nel 1979), che torna protagonista da domani a domenica, ma non li dimostra affatto.

Perché ogni volta la festa più riminese che ci sia è capace di stupire ed emozionare con i suoi spettacoli, le sue scenografie, la sua magica atmosfera. Una festa pronta a ‘meravigliare’ il pubblico anche stavolta. Il titolo scelto per questa edizione (la ventunesima: dal 1980 si svolge ogni due anni) è Che maraveja, «che meraviglia» in dialetto riminese.

Il clou dell’evento sabato e domenica, ma la Festa de’ borg aprirà già domani con una ghiotta anteprima: alle 19 si parte con ‘Fritto & bolle’, serata a base di pesce fritto, vini riminesi e il concerto dei Monkey’s Arm blues nell’invaso del ponte di Tiberio, che per l’occasione diventerà la ‘piazza blu’.

Si perché in questa edizione ogni piazza e strada del borgo avrà un colore, che dominerà le scenografie e regnerà anche a tavola, con piatti a tema nei locali e nelle osterie della festa. Dopo il prologo di domani, la festa entrerà nel vivo sabato col tradizionale corteo di apertura, lo spettacolo al ponte di Tiberio nella nuova piazza sull’acqua dell’invaso, le note della AB Rimini big band (alle 21, piazzale Tiberio) e tanto altro ancora.

Ma è lunghissima la lista degli eventi: dallo show tutto al femminile di Pinkabbestia (sabato e domenica, dalle 22, in piazzetta Pirinela) con artiste, scrittrici e deejay, alla ‘meraviglia’ del circo (dalle 20, piazzetta Pozzetto), fino a concerti e spettacoli teatrali, tra cui quello di un borghigiano doc come Gianluca Reggiani, Solo... intorno all’infinito (alle 18,30 domenica in piazzetta Gabena).

A chiudere la festa, domenica sera, i fuochi d’artificio di Scarpato. Incrociando le dita, perché le previsioni meteo non sono il massimo. «Ma la festa la faremo lo stesso», assicurano gli organizzatori. Che invitano tutti ad acquistare i biglietti della lotteria della Festa de’ borg «per sostenere i costi dell’evento».