Rimini,14 dicembre 2019 - Quattordici sale e tantissimo materiale inedito (foto). come la primissima sceneggiatura di quello che poi sarebbe diventato Amarcord, intitolato “Il borgo” oppure i moltissimi costumi usati per i suoi magici film. Ha ufficialmente aperto la mostra-tributo 'Fellini 100 genio immortale' a Castel Sigismondo. E' il primo di molti aventi dedicati al Maestro che nasque proprio a Rimini il 20 gennaio 1920. Ma la festa per il compleanno di Fellini è già iniziata oggi pomeriggio, con oltre mille persone a Castel Sismondo per l'inaugurazione della grande mostra sul maestro.

false

Una mostra di grandi suggestioni, poetica e nostalgica com'era Fellini. Prima di attraversare le sale della mostra le parole di Francesca Fabbri Fellini la nipote del regista, di Stefano Bonaccini e del sindaco Andrea Gnassi, e ancora di Marco Bertozzi, uno dei curatori dell'esposizione. "Il 20 gennaio - annuncia Gnassi - consegneremo una chiave simbolica a un grande artista, a cui chiederemo di girare quella chiave e interpretare con il suo stile il cinema e l'immaginario felliniano nel nuovo museo Fellini", di cui la mostra è a tutti gli effetti un'anticipazione. "Wes Anderson a cui ho scritto ci ha dato la disponibilità. Sarà uno dei primi a ricevere la chiave"

Attraversare l'esposizione è un po' come camminare attraverso i set dei suoi film. Come viaggiare tra i suoi sogni. La mostra è ideata e progettata da Studio Azzurro - che ha progettato anche il futuro Museo Fellini, insieme alla casa cinematografica Lumiere - e curata da Marco Bertozzi e Anna Villari. Per tutto il weekend infatti l’esposizione (che andrà avanti fino al 15 marzo) sarà a ingresso gratuito. A tenere a battesimo la giornata inaugurale, presenti anche Mogol (video), la stilista Alberta Ferretti (che è tra i sostenitori del centenario felliniano), la giornalista e nipote del regista Francesca Fabbri FelliniAndrea Purgatori, conduttore di Atlantide, il semiologo Paolo Fabbri e il compositore Andrea Guerra, figlio del poeta e sceneggiatore Tonino, che ha messo a disposizione della mostra materiali preziosi per ricordare la figura del padre (anche lui nato nel 1920) e il suo rapporto con Fellini.

L’appuntamento del centenario sarà anche l’occasione per porre le fondamenta del Museo Internazionale Federico Fellini che ruoterà intorno a tre poli, Castel Sismondo, Palazzo Valloni, sede del cinema Fulgor dove Fellini vide i primi film, e l’area urbana della Piazza dei Sogni. Un'esposizione permanente che aprirà a dicembre 2020 con l'ambizione di diventare per il pubblico di tutto il mondo il luogo dove poter incontrare e riscoprire l’universo inimitabile di Federico Fellini.  

Info

Orari: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 23 - Lunedì chiuso.

Aperture straordinarie: Lunedì 23 e 30 dicembre 2019 e lunedì 6 gennaio 2020 dalle 10 alle 23; 25 dicembre 2019 e 1 gennaio 2020 dalle 15 alle 23; 26 dicembre 2019 dalle 10 alle 23; 31 dicembre 2019 dalle 10 a tarda notte. 

Biglietti: intero 10 euro, ridotto 8, ridotto scuola 5; gratis fino ai 6 anni

Visite guidate: Tutti i sabato alle 18 e tutte le domeniche alle 11.30, prenotazioni obbligatorie al 339 7758597, costo 5 euro più il biglietto